martedì 26 marzo 2019
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2019/2020
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 


    IL FORUM DI ERIDANO SCHOOL - ASTROLOGIA E DINTORNI

  FORUM - Torna indietro - Torna al Forum - Inserisci una risposta

AFORISMI
   
  UNA PERLA
discussione inserita da Shay
 

Fuggendo dalla pazza folla, uno straniero si recò nel bosco per riposare la sua anima sotto un cielo pieno di stelle, accanto ad una cascata canterina.

“ Che fai di bello, straniero, qui nel bosco in questa notte stellata?” domandò la cascata con la voce argentina.

“ Riposo la mia anima”, rispose lo straniero.


“ Riposi la tua anima? Da cosa?” domandò la cascata.

“ Non capiresti”, disse lo straniero dall’anima stanca, poi riprese a dire alla cascata:

“ Ringrazia le montagne e il fiume che ti trattengono qui, lontano da tutto, dove puoi cantare la tua musica.”

La cascata rimase in silenzio per un po’ riflettendo.

Poi rispose: “ In realtà, dovresti ringraziare che le montagne e il fiume non ti trattengono da nessuna parte. Tu hai la fortuna di poter scegliere, puoi andare e venire dove vuoi, e tuttavia la tua anima ha bisogno di riposo? Vorrei solo poter viaggiare con te per vedere questa pazza folla di cui parli, e i luoghi dai quali vieni”.

Lo straniero non dimenticò più le parole della cascata.

Passò un anno, durante il quale ci fu la peggiore siccità che riarse il bosco dove una volta lo straniero era andato a riposare la sua anima. Quando vi tornò, il fiume si era completamente prosciugato, e là dove un tempo cantava la cascata, non rimaneva che pietre fredde e asciutte.

“ non essere triste per la cascata”, mormorò il vento in lontananza, “perché la nuvola che ora ti dà ombra e proprio lei. Impara a vedere le cose nella giusta luce, e avrai il dono della comprensione. La cascata ha scoperto di avere delle alternative, e ora che è diventata una nuvola, prima o poi si trasformerà in pioggia, e chissà, dopo aver viaggiato tra la pazza folla, forse vorrà tornare ad essere una cascata.”

“ Allora qual è il mio posto in questo in questo ciclo eterno?”

domandò lo straniero.

“ Dovresti riflettere meglio su tutte le cose che hai imparato, osservare e comprendere le cose che stanno accadendo attorno a te. E’ tutto parte di te, e tu sei parte del tutto. Allora potrai fare la tua scelta.”

Lo straniero si rese conto di ciò che il vento lontano aveva detto.

Per trovare il suo vero scopo, in piena consapevolezza e senza limitazioni, avrebbe dovuto cercarlo.

E ora, volgendo lo sguardo al cielo, poteva vedere la cascata vivente sotto forma di una nuvola bianca e soffice come ovatta, e in quel momento la pioggia cominciò a cadere su di lui.

E’ la cascata canterina, pensò. Come aveva detto il vento, tutto e Uno.

E così, lo straniero se ne tornò tranquillamente tra la pazza folla, dove era giusto che stesse, mentre la pioggia tornava a colmare il letto del fiume, com’era giusto che fosse.

Aveva scoperto il suo scopo nella vita.

Autore Sconosciuto.

____________________________________________________________________________________________________

 RISPOSTE A QUESTA DISCUSSIONE 2 - Inserisci una risposta a questa discussione
 
A CURA DI
inserita il 08/09/2012 14:24:58

- Cara SHay,
La o trovata così delicata....essere liberi di trovare il proprio senso ed il proprio posto....lo sento così vicino....
Grazie,
Elis

Elisa
 
inserita il 08/09/2012 17:51:04

-

Shay
 
 
 
1
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010