mercoledì 21 agosto 2019
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2019/2020
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 
SEGNO DEL MESE DELLA DONNA SU ERIDANOSCHOOL
 
 
 
  dal 22 agosto al 21 settembre
LA DONNA VERGINE
 

La figura mitologica che più si avvicina alla filosofia della donna del segno della Vergine è Athena, conosciuta come  Dea della Saggezza e dei Mestieri. Athena è figlia di Zeus: il mito la vuole uscita dalla testa del padre già adulta e completamente coperta da scudo, elmo e corazza. Tuttavia, proprio per la duplicità delle sue funzioni, il mito la rappresenta con una doppia anima;  in guerra è forte, dura e razionale e  le sue strategie risultano  invincibili e nessuno può distoglierla dal raggiungimento di un suo obiettivo.   In pace si trasforma in  dea dei mestieri, e presiede alle arti domestiche. Vi sono molte raffigurazioni di Athena con la lancia  in una mano e la ciotola nell’altra,  il che può anche essere letto come  una donna che ha due dimensioni: una quotidiana, piccola e personale l’altra grande, nobile e collettiva.
Il punto, per le native che si trovano anch’esse ad avere questa doppia anima,  sta nel  vivere entrambe queste loro peculiarità  mettendole in comunicazione   senza che una abbia la meglio  sull’altra.
Il pianeta Mercurio  - signore del segno - indica sempre “comunicazione – contatto – ed indica sempre due parti” e le native, più che mai, dovranno trovare un modo personale per creare questa possibilità di collegamento  evitando  che il lato maschile della loro natura prenda il sopravvento e blocchi lo sviluppo della parte  femminile istintiva ed emotiva.

Indubbiamente, molte native non hanno difficoltà a riconoscere qualcosa di personale in questa figura: estremamente razionale, analitica ed intelligente, fortemente capace di portare avanti i suoi impegni, organizzando  la vita e il lavoro, movendosi  in una dimensione non troppo visibile,  di discrezione. Forti, resistenti, portate naturalmente a sacrificarsi, ma anche costantemente difese. L’immagine della corazza si sposa molto bene con le donne Vergine e rappresenta una  femminilità sempre molto nascosta  dietro ad una “ corazza - durezza” di  cui, pian piano si dovranno  liberare.
L’elemento Terra  nella donna Vergine ricorda proprio la durezza delle superficie che nasconde però un interno incandescente e molto vitale.
Così, nell’immagine esterna Athena sembrava molto maschile e la qualità più  nota era la razionalità, però, dietro l’elmo si poteva intravedere la sua grazia e la sua grande  bellezza: la figlia di Zeus  viene  annoverata tra le Dee vergini ovvero tra quelle che avevano scelto il  dovere e il servizio come prioritari   sulla vita  relazionale.

Indubbiamente la donna Vergine ha qualcosa di “integro” al suo interno: è difficile che si conceda totalmente, o almeno, non ad un uomo e non ad una relazione. Questa particolarità nasce da una sua difficoltà ad affrontare la dimensione emotiva e il coinvolgimento intenso, ma anche da qualcosa che sta nel suo percorso che ha a che fare con la perfezione e la purificazione: nella sua psiche profonda infatti, la donna Vergine sa che è attraverso la ricerca di perfezione della materia che lo spirito potrà in qualche modo liberarsi ed elevarsi. Le donne di questo segno è come se volesse raggiungere la massima perfezione prima di essere riassorbita dall’Assoluto.

La donna del segno vuole sentirsi integrata prima di tutto nella comunità in cui vive  e quindi, parte della sua natura si realizza nel mettere le sue qualità al servizio degli altri, possibilmente in una attività che le consenta di esprimere al meglio  le sue caratteristiche: lucidità a livello mentale, disposizione a farsi carico di lavori che porta fedelmente a termine senza troppo lamentarsi, capacità di vedere il tutto nei particolari, rispetto per le regole e per la disciplina, arguzia e critica a cui si aggiunge un fortissimo senso del dovere. In tutto ciò che fa cerca di trovare  un metodo per  integrare i suoi bisogni di realizzazione personale  con il buon funzionamento della comunità in cui vive e opera; la donna del segno è come se cercasse il collegamento  all’esterno prima di  giungere  ad integrare dentro di sé  intelletto e sentimento, maschile e femminile, terra e cielo, anima e corpo.

Indubbiamente la donna della Vergine sente costantemente la tensione all’integrità: come vuole il suo mito, ha bisogno di far funzionare insieme in modo armonico ed integrato  cose diverse tra loro e spesso antagoniste, trovando sincronismo e  perfezione; generalmente,  sa esprimere bene le sue qualità sia nel campo concettuale che in quello manuale,  sia in quello scientifico  che in quello  umanitario.

Ad un occhio esterno la sua ricerca di perfezione si esprime nell’ordine della sua casa, nel bisogno di avere un corpo perfetto, nel metodo che applica a tutto ciò che fa e in questo appare evidente che è pervasa dall’idea  che solo se il microcosmo funzionerà bene in modo organizzato , il macrocosmo potrà crescere e raggiungere la perfezione.

 La donna Vergine è sempre molto preda del suo intelletto, è una grande lavoratrice, molto razionale sempre attenta e vigile  nel tentativo  di controllare l’altra parte di sé che, proprio perché è  poco conosciuta , teme possa avere il sopravvento. Il realtà la condizione di “verginità” implicita nel suo segno indica proprio quell’essere “una in sé stessa” capace di avvalersi della comunicazione tra le parti.

La nativa  Vergine, in un certo senso si trova un po’ spiazzata con i suoi valori: il pianeta Mercurio la vuole analitica, critica costantemente vigile e fortemente controllata: questa parte generalmente blocca il reale rapporto con il suo femminile interno, con la relazione e la maternità  che, in realtà dovrà imparare a contattare e a lasciar emergere: in effetti, prima di arrivare alla reale relazione tra il maschile e il femminile interno (che avverrà nella Bilancia), la donna Vergine  dovrà procedere al riconoscimento dell’altra parte al fine di integrarla con quella che le è più congeniale.

Ama la natura, tutto ciò che è essenziale e puro e che, proprio per questo, può far bene al corpo e all’ambiente; è una salutista ed ha un rapporto costante con il suo corpo  perché sa che è importante occuparsi di esso per essere in buona salute.
Se diventa troppo stressata rischia di sovraccaricarsi, di diventare eccessivamente controllante e maniacale, ossessionata da diete, ginnastiche e rituali che, se da un lato la rassicurano contro la paura dell’ isolamento e dell’entropia, dall’altro la scollegano dal senso  della vita.

L’ombra della donna Vergine sta sempre nel troppo spazio che dà  alla mente e al controllo: questo la rende nevrotica, impaurita, inadeguata e troppo bisognosa di rassicurazioni esterne; il contatto con il suo mondo interiore la renderà invece  fertile e creativa;  se questo non c’è  si sente  arida, sterile e mancherà di “far funzionare insieme”  le parti si sè. Proprio perché ha il compito di mettere in relazione il piccolo con il grande, deve riuscire a vedere “la parte” senza perdere però di vista “l’insieme”.

 
a cura di Lidia Fassio
Per scoprire le previsioni del nuovo anno clicca qui
Per accedere all'oroscopo del mese clicca qui
Per accedere all'oroscopo del giorno clicca qui
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010