sabato 20 luglio 2024
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2024/2025
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 

LE RUBRICHE DI ERIDANOSCHOOL - Astrologia e dintorni a cura di Lidia Fassio

RUBRICHE DI ASTROLOGIA

a cura di Piombo Francesca Romana 
I TRANSITI DI NETTUNO SU UN MERCURIO RETROGADO
 
I TRANSITI DI NETTUNO SU UN MERCURIO RETROGADO E’ da un po’ di tempo che seguo con occhio incuriosito gli eventi del mondo politico, guardandoli attraverso la lente delle carte astrali dei politici italiani.
I transiti che li interessano e che scandiscono, come orologi cosmici, gli eventi che ne derivano assumono un significato tutto particolare, spesso nuovo e strabiliante, proprio perché riguardano lo sfaccettato mondo della politica, un mondo dove si pensa di portare avanti le proprie idee servendosi solo dei ferrei strumenti della ragione.
Dedicandomi così a questa ricerca, ho voluto approfondire il cielo del nostro Presidente del Consiglio, Romano Prodi che da un po’ di tempo è sollecitato dal pianeta Nettuno che dall’Acquario transita in opposizione al suo Sole e al suo Mercurio retrogrado, rispettivamente a 16,10 e 17,55° di Leone, mentre Saturno passa su questi pianeti, quasi obbligandolo a un confronto con se stesso.
La stessa opposizione si ritrova chiaramente nella rivoluzione solare di quest’anno ma, proprio perché Nettuno è un pianeta interpersonale, non coinvolge soltanto la persona nel suo progetto individuale ma coinvolge il collettivo italiano, suggerendo un’esperienza condivisa a livello più allargato, per cui alla grande illusione iniziale, coincisa con la vittoria delle elezioni del centro sinistra, ha fatto seguito un’altrettanto grande delusione finale che gli italiani stanno provando, quanto meno per le prime mosse, nei confronti di questo governo.
Il mio interesse su come Romano Prodi avrebbe affrontato questi difficili transiti era nato già ai tempi del precedente governo, quando nel dicembre 2004, in una conferenza a Montecatini, Prodi aveva appellato i giovani di Forza Italia “mercenari”, suscitando sorpresa e meraviglia in entrambi gli schieramenti.
A quei tempi Nettuno aveva già cominciato a lambire il suo Sole e il suo Mercurio e, durante una retrogradazione di Mercurio in Sagittario, si manifestava con questa prima gaff, ma anche come un anticipo di quello che sarebbe stata da lì in avanti la sua modalità di comunicazione, che trasformava in qualche modo l’immagine tranquilla del Professore (Nettuno come metamorfosi) facendo irruzione nel suo modo di parlare pacato e bonario come un’onda anomala.
E parlo di onda perché ho sempre collegato i transiti di Nettuno a un contatto col mare, in un percorso fatto di immersioni in apnea molto brusche (Nettuno in Acquario si colora della subitaneità uraniana) e altrettanto rapide risalite, che appaiono come l’unica difesa possibile messa in atto dalla persona per recuperare aria…per respirare di nuovo quando il soffocamento si fa troppo forte.
E’ come se, con l’esternazione, il Mercurio retrogrado tentasse di riossigenarsi… di riordinare le idee in un momento in cui l’introspezione ma anche la confusione che i transiti di Nettuno sempre inducono, si fanno insopportabili.
Ne deriva come un andamento a spirale dove si alternano momenti di grande illusione (non dimentichiamo il successo personale ottenuto con le primarie), in cui ci si sente cullati come da un’onda lunga, a momenti di forte delusione che assomigliano piuttosto ad un mare in tempesta, con un’altalena di sentimenti che è sicuramente lo specchio di una grande sofferenza interiore.
I transiti di Nettuno d’altra parte sembrano avere questo effetto erosivo sul senso di identità personale e accelerare il processo di scoperta di quello che si è proprio attraverso il riconoscimento di quello che NON si è. E tutti i tentativi razionali che la persona mette per potersi “puntellare” in questo “galleggiamento” appaiono completamente vani e inutile è la resistenza della mente razionale a quello che è un bisogno interno fortissimo di lasciarsi andare e di resa.

E allora, immersioni e risalite si possono seguire anche attraverso il tema natale di Romano Prodi con il succedersi, nel giro di un anno, di alti e di bassi; illusioni, delusioni, rimuginamenti, esternazioni, queste ultime quasi tutte verificatesi durante una retrogradazione di Mercurio e tutte collegate ai simboli più ostici di Nettuno, la confusione e la follia.
La prima esternazione che potremmo paragonare a un anticipo di ondata si verifica nel marzo 2006, con Mercurio retrogrado in Pesci e Nettuno a 18 di Acquario, durante la trasmissione radiofonica “Radio anch’io”: il Professore, su una domanda provocatoria di un ascoltatore, emerge dal soffocamento che sta provando e, per riprendere fiato, dà del matto all’ascoltatore stesso.
Nella prima ondata, è settembre e il Professore si trova in Cina e quando gli si chiede di riferire sull’Affare Telecom, reagisce con la solita intempestività ed esclama “Ma siamo matti?” In quest’occasione Mercurio non è retrogrado ma lo è Nettuno mentre si oppone al suo Mercurio radix quasi al grado (17,52°).
L’11 novembre la seconda ondata: Prodi a Crevalcore in provincia Di Bologna, su una domanda concernente la finanziaria, fa la sua ultima esternazione, che mi è sembrata proprio il tentativo estremo di uscire dalla stretta di un tritone e riprendere fiato: definisce “matti” tutti gli italiani che non riescono a guardare lontano. Nettuno è a 17°.04°.
E’ curioso notare come la parola “matto” ricorra a più riprese in questi passaggi segnati dal transito, ma che forse l’intempestività non si sarebbe verificata se Prodi non avesse avuto un Mercurio retrogrado alla nascita che si quadra inesorabilmente ad Urano nel Toro.
In questa situazione di grande confusione e quasi di smarrimento in un oceano di emozioni contrastanti, non stupisce che il novello governo sia nato con un Sole e un Mercurio in Toro quadrati a Nettuno, congiunti stretti all’Urano di Prodi, con un Ministro delle Finanze, Tommaso Padoa Schioppa, anche lui del segno del Leone, anche lui con un Mercurio retrogrado e con una Luna che alla nascita si oppone a Nettuno.
A questo punto non posso aspettare altro che gli effetti dell’ultima ondata, che si prevede avvenga attorno a Natale, quando Nettuno a 17,55° darà l’ultima stretta al Mercurio radix di Prodi segnando l’uscita da questo transito, che mi è sempre piaciuto chiamare “l’uscita dal mare”. Non sarà un uscita totale… Nettuno farà ancora sentire per un po’ i suoi effetti, ma la persona potrà comunque ricominciare a respirare.
E’ questo infatti un momento liberatorio del transito in cui ognuno può integrare in se stesso senza più proiettarli fuori di sè i simboli non facili di questo pianeta e finalmente raccogliere i frutti dei suoi insegnamenti.
E in questo lo aiuterà Giove che disponendosi in posizione di trigono al Sole, a Mercurio e a Giove di nascita segnerà la definitiva uscita dal mondo delle acque per potersi scaldare all’energia e alle rassicurazioni del fuoco sagittariano.

Ma mentre Nettuno libera Prodi, passa con la sua onda lunga sul cielo di Giulio Tremonti, anche lui del Leone col Sole a 24,22° e una Venere sempre in Leone a 19,53°.
Il suo Mercurio non è retrogrado, ma sarà ugualmente interessante notare gli effetti dell’annacquamento nettuniano in una mente ferrea e tutta d’un pezzo come quella del ex Ministro delle Finanze.


 
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010