sabato 20 luglio 2024
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2024/2025
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 

LE RUBRICHE DI ERIDANOSCHOOL - Astrologia e dintorni a cura di Lidia Fassio

RUBRICHE DI ASTROLOGIA

a cura di Lidia Fassio 
SATURNO: IMPEGNO E RESPONSABILITÀ PER IL BUON FUNZIONAMENTO DELL’INDIVIDUO E DELLE ISTITUZIONI.
 
Saturno: impegno e responsabilità per il buon funzionamento dell’individuo e delle  istituzioni. Uno dei grandi problemi che ci troviamo a fronteggiare in questo periodo storico è il “disimpegno e la mancanza di responsabilità ” che, tra tutti, forse la più drammatica manifestazione di una assoluta carenza del pianeta Saturno che rappresenta la vera possibilità di essere indipendenti sul piano personale e di poter avere un buon funzionamento sul piano collettivo.
Il sistema democratico dovrebbe quindi essere sostenuto da un forte senso di “impegno, di responsabilità e di morale” da parte di chi si promuove come garante di tutti noi e da parte di chi, avendo un lavoro pubblico, dovrebbe fare un servizio eccellente per poter dare un vero contributo alla società in cui vive. Un tempo chi lavorava nello stato o per lo stato doveva dare ai cittadini una garanzia di integrità per sé e per le istituzioni che, tra l’altro, sono delegate, a dirimere le disparità e le palesi violazione delle regole e delle norme civili e sociali, nonché a fornire un servizio a chi li paga.

Se gli italiani e le persone in genere sono d’accordo nel ritenere la democrazia la migliore forma di governo e di convivenza tra le persone, almeno tra quelle fino ad ora sperimentate, si trovano invece ad avere molte perplessità sull’interpretazione dei suoi principi cardine e su come vengono messi in atto e fatti funzionare sia dai personaggi che via via vengono eletti e che dovrebbero essere preposti a tutelare le istituzioni e gli ordinamenti che affermano e garantiscono il diritto – dovere di partecipare alla vita politica, di avere opinioni diverse e di veder garantita la pluralità di visione e di filosofia politica, sia da chi lavora nei settori che sono preposti a far funzionare le regole e le leggi che la politica ha prodotto.

Ciò che non dovrebbe essere possibile è vivere in un sistema democratico in cui i garanti sono i primi a non agire in conformità alle leggi e ai principi che rappresentano e, altrettanto, non dovrebbe essere possibile assistere quotidianamente ad una burocrazia che non solo non aiuta i cittadini a risolvere i loro problemi, ma mette invece i bastoni tra le ruote rendendo tutto più lento e ferragginoso.

E’ indubbio che tutto ciò mette a dura prova la fiducia dei cittadini che si trovano sempre più spiazzati nella scelta e nel dare il loro consenso a persone della cui moralità ed integrità dubitano fortemente.

I fatti che sono tutti i giorni sotto i nostri occhi inducono ad una riflessione profonda sulle persone in genere perché è dagli individui che nascono i problemi che poi si trova ad affrontare la società; cos’è che sul piano psicologico psicologico porta un individuo a disimpegnarsi moralmente e a non prendersi la responsabilità del proprio lavoro fino a giustificare comportamenti che vengono meno ai principi e ai dettami della coscienza, senza per questo provare vergogna o rimorso?

Quante volte ciascuno di noi si è trovato in situazioni “difficili” ed ha fatto ricorso ad armi quali la menzogna, la seduzione o addirittura la falsa testimonianza, pur di non pagare dazio, giustificando così una condotta morale discutibile, sostenendo però il proprio gesto con alibi faziosi e del tutto estranei alla vantata o presunta verginità morale?

La psicologia si è spesso interessata di quei fenomeni che vengono messi in atto dall’Io per salvaguardare la propria integrità fornendo degli escamotage che consentono di aggirare il senso di colpa e il rimorso che produrrebbero gravissimi conflitti interiori.
Se non vi fossero particolari meccanismi di salvaguardia psicologica, nessun uomo potrebbe chiudere gli occhi di fronte a palesi violazioni delle leggi e del diritto umano, nessuno potrebbe farsi complice di torturatori e di vessatori e, nessuno contrabbanderebbe i propri valori. Sono stati fatti studi interessanti su questi temi che hanno addirittura messo a punto una “scala di Disimpegno morale e civile” che elenca una serie di meccanismi che, una volta messi in atto, assolvono la coscienza da qualunque misfatto.

Una cosa interessante che è emersa da questi studi è che le donne sono più inclini degli uomini a farsi garanti del bene comune, mentre gli uomini sono molto più spregiudicati nel deformare interiormente certi principi e nel trovare appigli giustificativi per salvaguardare il loro potere e la loro posizione sociale.

I principali meccanismi sono:

la giustificazione morale che consente di mantenere candida la coscienza sostenendo che si sta facendo qualcosa per “gli altri”; tipica dei politici che incassavano tangenti per i partiti… e che si sentivano “moralmente puliti”;

la mancanza di un senso di responsabilità individuale che permette di sostenere che non ha senso fare le cose in modo giusto se tanto tutti gli altri se ne fregano;

l’attribuzione della colpa ad altri, cosa che distorce la mente al punto da portarla a giustificare atti indegni attribuendone poi la colpa alla vittima; tipo dare la colpa alla donna che viene violentata perché ha la minigonna o perché rientra troppo tardi la sera;

la deumanizzazione della vittima che giustifica abusi su persone che, ai nostri occhi, non sono degne di rispetto; tipo giustificare torture perché i detenuti sono a loro volta torturatori, o giustificare abusi contro persone che vengono considerate meno degne;

il confronto vantaggioso che permette di giustificare il non pagare le tasse o le multe visto che tanto viviamo in un paese di corrotti.

Ovviamente ce ne sono molti altri e tutti contribuiscono a palesare le “forti distorsioni” sul piano dei valori e su quello cognitivo che l’ Io mette in atto pur di mantenere l’integrità interna quando ci si trova in difficoltà o quando desidera cogliere un’opportunità che, anche se discutibile moralmente, si presenta particolarmente vantaggiosa sul piano personale.

Oggi il grande vecchio sembra latitare clamorosamente in quanto non è introiettato anzi, quasi considerato superato e obsoleto; di conseguenza ci troviamo a combattere costantemente con un senso del limite che non esiste più così come non esiste più una vera educazione che possa far comprendere che anche la libertà degli altri è sacra; su un piano più grande le conseguenze della mancanza di Saturno le vediamo nella mancanza di un reale senso di responsabilità che serve ad ognuno di noi per fare bene il proprio lavoro in modo da non pesare sulla comunità che, suo malgrado, si trova a non avere un servizio degno o almeno accettabile in cambio di ciò che paga su piano della contribuzione.

Questo è estremamente preoccupante in quanto, la mancanza di Saturno attirerà nella nostra situazioni che tenderanno poi a limitare la libertà; infatti, quando non rispettiamo gli altri, inevitabilmente ci troviamo a fare i conti con un’autorità e una legge che arriverà dall’esterno sotto forma di blocco o di privazione di libertà.

Speriamo che, la presenza di Saturno in Vergine per i prossimi due anni e mezzo ci richiami a questo IMPEGNO, alla MORALITA’ e alla RESPONSABILITA’, riprendendoci così le più alte qualità sul piano individuale che giungeranno come un dono anche al collettivo che si ritroverà, come per incanto, più maturo.

 
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010