sabato 31 ottobre 2020
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2020/2021
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 

LE RUBRICHE DI ERIDANOSCHOOL - Astrologia e dintorni a cura di Lidia Fassio

RUBRICHE DI ASTROLOGIA

a cura di Monica Sabbatini 
SATURNO NEL MIO TEMA NATALE
 
Saturno nel mio tema Natale
La scelta di questo tema è da ricollegarsi alla recente scoperta della presenza di numerosi elementi saturniani nel mio tema natale e alla sopraggiunta volontà di iniziare a comprendere come tali elementi abbiano influito e possano influire sul mio percorso evolutivo. Tralascerò in questa fase l’analisi degli aspetti fra i pianeti che richiede una maggiore padronanza della materia astrologica rispetto alle mie attuali conoscenze.



Sono nata il 28 febbraio 1973 alle ore 12 e 30 ad Osimo (AN).
Dunque Pesci ascendente Cancro, con Luna e Marte in Capricorno in VII casa.
Senza dubbio il segno del Capricorno trova molte più affinità con Marte che con la Luna.
La luna infatti ha il suo domicilio primario nel segno del Cancro, opposto al Capricorno.
Quest’ultimo è dominato da Saturno, un pianeta da cui dipende il nostro grado di autonomia e di autosufficienza, un pianeta che, a differenza della luna, ha ben poco di morbido, avvolgente e nutriente.
La Terra del Capricorno è rocciosa, invernale, spoglia. Così anche questa luna conferisce una parvenza di freddezza.
Si ritiene che con la Luna in Capricorno il rapporto con il materno sia stato difficile e al posto del senso di protezione si è introiettata la sensazione di una privazione, di un rifiuto o comunque di non potersi affidare né dipendere dalla propria madre e dagli altri.
In certi casi la madre era troppo occupata a lavorare, in altri troppo rigida e autoritaria. In ogni caso qualcosa è mancato, procurando una ferita nel profondo, nel femminile.
Posso parzialmente confermare questa lettura dando atto di aver avuto una madre molto presente e premurosa ma altrettanto autoritaria ed acuta, perennemente preoccupata dell’immagine dei propri figli e della loro realizzazione professionale. Questo si è tradotto nell’infanzia in una eccessiva responsabilizzazione ed in una sorta di ansia da prestazione soprattutto rispetto ai comportamenti da tenere nel sociale che dovevano sempre essere conformi al ben pensare anche a discapito dell’espressione delle proprie personali attitudini o delle proprie emozioni e fragilità.
Nel mio personale percorso l’emergere del femminile è passato attraverso vere e proprie rivoluzioni rispetto all’ambiente circostanze, ma il recupero della parte più fragile ed emotiva è stato da me voluto e percepito come necessario per imparare a vivere.
Su mia madre infatti ho proiettato la mia immagine di donna forte, rigorosa e dura, più indipendente di quanto non lo fosse nella realtà ed ho instaurato con lei un rapporto fondamentalmente distaccato e mediato dalla ragione, mal sopportando smancerie e abbracci troppo stretti. E solo imparando ad accettare gradualmente le reciproche fragilità ho nel tempo acquistato autonomia rispetto a questa madre percepita come troppo fredda.
E’ rimasta comunque una certa tendenza generale all’autocontrollo ed al mascheramento delle emozioni più profonde, sempre riservate a pochi.
Da un punto di vista professionale si legge che la luna in Capricorno può dare importanti risultati sul piano dell’autonomia, dell’autosufficienza e quindi aiutare la capacità di autoaffermazione ed un’eventuale carriera.
L’archetipo divino che più somiglia alla luna in Capricorno è l’invincibile Atena, la dea greca nata corazzata e già adulta dalla testa del padre.
Delle varie descrizioni di Atena mi piace riportare la seguente attribuita a Graves:
"Atena inventò il flauto, la tromba, il vaso di terracotta, l'aratro, il rastrello, il giogo per i buoi, la briglia per i cavalli, il cocchio, la nave. Fu la prima ad insegnare la scienza dei numeri e di tutte le arti femminili, come il cucinare, il filare e il tessere. Benché dea della guerra, essa non gode delle sanguinose battaglie, come invece accade ad Ares e a Eris, ma preferisce appianare le dispute e far rispettare la legge con mezzi pacifici. Non porta armi in tempo di pace e qualora ne abbia bisogno le chiede in prestito a Zeus. La sua misericordia è grande. Se nei processi che si svolgono all'Aeropago i voti dei giudici sono pari, essa di solito aggiunge il proprio per ottenere l'assoluzione dell'accusato. Ma se si trova in tempo di guerra non perde mai una battaglia, sia pure contro lo stesso Ares, perché più esperta di lui nell'arte strategica; i capitani accorti si rivolgono sempre a lei per avere consiglio."
Il mito di Atena ci parla dunque di una tipologia di donna che gli uomini trattano da pari a pari, perché le riconoscono caratteristiche che sanno decifrare: essenzialità, chiarezza di idee, logica, consequenzialità, obbiettiva valutazione dei fatti e delle circostanze, dichiarato arrivismo qualsiasi sia il campo in cui esercita la sua professione.
La donna con la Luna in Capricorno è fortemente impostata sui valori tradizionali e conscia del suo valore. Ha una femminilità sicura di sè ed è piuttosto severa con se stessa e con gli altri, tanto da incutere rispetto, se non proprio timore reverenziale a chi gli sta intorno.
Il suo modello femminile preferito è la donna-manager che gestisce la sua vita, dal lavoro alle faccende di cuore, con razionalità e piglio dirigenziale.
E’ una donna dal carattere autonomo e ambizioso, sa quello che vuole e come ottenerlo e non si spaventa se deve faticare.
Da un punto di vista personale devo ammettere che fin da piccola ho sempre perseguito gli obiettivi (scolastici e lavorativi) con determinazione, rigore e severità, tenendo duro di fronte agli ostacoli, anche a scapito di chi ti criticava o disapprovava finendo alla fine a fare apprezzare il mio lavoro. Non sempre, tuttavia, soprattutto in giovanissima, età questi obiettivi corrispondevano ad una effettiva volontà essendo spesso obiettivi piuttosto percepiti come opportuni per essere ben accettata dalla realtà circostante.
Atena è anche descritta come la dea corazzata. La capacità di controllarsi anche dinanzi alle situazioni più scabrose, la durezza verso chi è troppo debole o 'molle', a volte possono far sembrare questa tipologia di donna una specie di aliena senza cuore. Atena è anche una Dea in lotta con il mondo femminile del quale non accetta fragilità e sentimentalismi, avendoli rinnegati in se stessa.
Eppure anche lei hai un lato della sua anima più sensibile e sa anche emozionarsi, anche se non le piace svelarlo a chiunque, perché per lei mostrare i sentimenti equivale a mettere in luce le sue debolezze ed esporsi ad attacchi esterni. Nel mio caso questa apparente durezza è smussata probabilmente dal Sole e dall’ascendente in segni d’acqua ma riconosco una certa difficoltà a rapportami con il mondo femminile trovandomi viceversa più a mio agio con gli uomini.
La predisposizione alla maternità non è eccessiva nella donna con la Luna in Capricorno, che è uno dei soggetti femminili che spesso sceglie di non procreare, ma allorquando la maternità sia una realtà ha un atteggiamento costruttivo nei confronti della prole. Per quanto mi riguarda difatti la maternità è stata veramente sentita come aspetto importante per la propria completezza solo in tarda età, avendo prima sentito come più urgente la mia affermazione individuale e professionale.
Veniamo a Marte.
Nel segno del Capricorno, Marte si trova in esaltazione. La secchezza della terra in questo segno, domicilio di Saturno, esalta le caratteristiche di Marte.
L’energia di Marte è sostenuta dalla pazienza del Capricorno e si traduce in energia vincente. Se in buon aspetto favorisce dunque la forza di volontà e l’ascesa professionale mentre in aspetto dinamico può determinare al contrario una tendenza a fuggire dai problemi.
Sia la Luna che Marte in Capricorno si trovano in settima casa. In astrologia ci sono tre case in analogia con la vita sentimentale: la quinta casa per i flirts, il sesso come gioco, la procreazione, la settima casa come unioni stabili, l’ottava casa come le relazioni erotiche e sensuali.
Nella settima casa possiamo individuare dunque il modo di relazionare con gli altri e quindi la vita di coppia.
E si legge che la luna in Capricorno porti la donna a cercare relazioni che diano garanzie di durata e stabilità. Probabilmente per questo e per la posizione di Marte nello stesso segno (Marte per la donna indica anche l’attrazione per l’ideale fisico maschile) la mia vita sentimentale ha teso sempre ad intrecciarsi con quella di uomini con il Sole in Capricorno o comunque con temi anch’essi connotati da una predominante componente saturniana.
Nella vita di coppia la luna in Capricorno rende la donna una compagna seria, concretamente saggia, che vuole dal partner altrettanta costruttiva e linearità comportamentale.
Questa donna tiene a mantenere in mano le redini del rapporto con il suo compagno, e non cede mai sulla sua autonomia, non baratterebbe mai il suo lavoro per una vita da casalinga dipendente dal marito. Le piacciono gli uomini ambiziosi, sicuri di sé, che abbiano una posizione professionale certa, e che siano anche intelligenti e seri in tutto quello che fanno e che la stimino e la rispettino. Se il suo lui non è all'altezza delle aspettative, è capace di abbandonarlo senza rimpianti: la solitudine non la spaventa.
Si narra addirittura che Atena avesse sia tra i Titani che tra i Giganti numerosi pretendenti, ma lei rifiutò ogni proposta di matrimonio.
La settima casa viene indicata anche come casa delle collaborazioni e dei contratti. Può conferire una buona predisposizione alla carriera giuridica. Non escludo che avere Luna e Marte in questa casa abbia contribuito alla mia “scelta” di intraprendere la carriera forense; senz’altro mi ha aiutato a costruire una stabile società con collaboratori anch’essi tutti saturniani (Marte in Capricorno favorisce le unioni in particolare con i segni di terra).



 
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010