venerdì 18 agosto 2017
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2017/2018
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 
A SCUOLA DI ASTROLOGIA - ASPETTI VENERE LUNA
 

Aspetti Venere - Luna Qui l'amore viene visto attraverso gli occhi della Luna: è quindi morbido, romantico, pulito, quasi infantile, con un grande bisogno di tenerezza e di dolcezza.
La Luna cerca stabilità attraverso l'affettività: vorrebbe mettere insieme queste due cose e creare una situazione idilliaca, perfetta, in cui la voluttà, il senso del piacere personale e il gusto edonistico per le cose belle e la vita serena si realizzino attraverso il conforto di un'altra persona, di una famiglia e di una situazione affettivamente ed emotivamente tranquilla.

La forma di amore prevalente è quello materno: infatti nell'immaginario Luna-Venere c'è una madre che gratifica i desideri di un bambino e tutto questo si ammanta di tenerezza, di affettività, di contenimento, di nutrimento, di cure materiali ed emotive, di protezione e di sostenimento più che di erotismo e di passionalità.

Chi ha questo aspetto intende l'amore come un insieme di nutrimento, rassicurazioni e coccole: amare, per questa persona, significa essere tutt'uno con l'altro, significa potersi lasciar andare e ritrovare un senso di completezza in cui non ci sono angosce e non ci sono conflitti né divisioni.

Questo amore ha poco a che fare con l'integrità e l'individualità.

E' una forma di amore che non contempla ancora fasi di separazioni, troppo spesso passiva, in cui c'è poco desiderio di conoscenza e di azione: proprio come il bambino si aspetta che sia la madre a fornire tutto ciò di cui ha bisogno e a decidere per lui, questo amore aspetta che tutto giunga dall'esterno e non muove passi verso la crescita. E' presente ancora l'indifferenziazione e quindi c'è un'inconscia ricerca di paradiso perduto; tuttavia si tratta di una modalità illusoria ed infantile, in cui si fantastica di non avere conflitti e di trovare una condizione di unità e di benessere totale che deve necessariamente giungere dall'altro o attraverso l'altro, ma che è anche un sogno di blocco, di “incantesimo”, in cui tutto il processo di crescita è fermo, in attesa di azione e di movimento: in una parola, di “tensione a….”

Questo amore ha difficoltà a tollerare la separazione e quindi non si può ancora parlare di vera e propria relazione, ma di fusione in cui la fantasia che prevale è quella illusoria e onnipotente di bastarsi l'uno all'altro. Si crede che sia la presenza dell'altro a far vivere il senso di totalità, ma questo chiude l'amore all'interno di un circuito sterile, senza scampo, perché lo isola e lo limita. Non si può considerare un vero e proprio amore in quanto, fino a che vi è fusionalità, manca il desiderio che è appunto tensione verso l'altro da sé.

E' uno stato di totale passività, mentre in realtà l'amore deve sempre essere un atto verso l'altro e presuppone quindi una forte tensione interna che spinga a sottrarsi a questa sorta di limbo inconscio, per emergere attraverso il desiderio potente di conquista e di autonomia, che riuscirà in ultimo a vincere sull'angoscia-paura del distacco.

È un amore che si nutre di sogni, di lacrime romantiche, di tuffi al cuore; è suscettibile, facile ad essere ferito, ed ha bisogno di ricordi, di memorie e di fughe nel passato, soprattutto quando ci sono ricorrenze o delusioni. Si alimenta di nostalgia, a volte però la fuga può essere nella tristezza e nel ripiego sull'infanzia. Nei suoi risvolti più negativi questo amore non supera la soglia dell'infantilismo e della capricciosità, diventa facilmente egoista ed aggrappante; è un amore fragile da un punto di vista emozionale che può accompagnarsi anche ad instabilità e mutevolezza e a grande dipendenza, che spesso porta anche alla sua nemesi, giacché la paura di perdere l'oggetto del nutrimento fa sì che il soggetto lo soffochi.

a cura di Lidia Fassio
Vai alla pagina dell'autore

 
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010