lunedì 30 marzo 2020
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2020/2021
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
DIZIONARIO DEI SIMBOLI: Ponte di unione tra il presente e l'eternità.
 
 
ARCHETIPO FEMMINILE
Archetipo Femminile
 
L’energia del femminile, prima di ogni altra cosa è un archetipo e, come tale, è presente in ogni donna sotto forma di energia vera e primitiva, precedente a tutte le trasformazioni che sono avvenute con la crescita culturale e, soprattutto nel patriarcato.

Nelle donne il “femminile” induce a prendersi cura, ad accogliere, a nutrire, a dar vita, in una parola è ciò che consente alla donna di essere materna.
Questa energia interna – prioritaria in una donna – si può sviluppare bene se nella prima infanzia la bambina ha potuto identificarsi con la propria madre e strutturare una buona personalità riconoscendosi in quanto la madre le ha passato.

Se però accade che una figlia non può fare questo processo poiché non riesce ad identificarsi con la propria madre o con qualche altra figura femminile positiva, si ritroverà con un vuoto di identità ed un processo che dovrà portare a termine più avanti nella vita lavorando sull’energia femminile o incontrando una figura che le permetta di ritrovare contatto con l’archetipo.

Una madre poco nutritiva e poco accogliente può dunque creare un grande vuoto nella vita della propria figlia poiché può portarla a svalutare dentro di sé l’energia che più le serve per star bene con sé stessa e per poter incontrare l’altra parte di sé – il maschile – . E’ attraverso l’unione interna con queste due energie che la donna potrà realizzare poi una relazione che sarà la rappresentazione esterna della sua relazione interna.
Se l’energia di base è negativa, svalutata o rimossa sarà minata l’intera personalità della donna con conseguenze gravissime sia sulla vita personale che su quella di relazione.

A seconda della LUNA di una donna possiamo astrologicamente comprendere il modello di madre introiettato e la sua avvenuta o mancata identificazione con questo modello.
Se, ad esempio, la madre offre alla figlia un modello di fragilità emotiva, di depressione o se questa addirittura è ipocondriaca ed ha inquinato la vita familiare con le sue lamentele e il suo ruolo di vittima sacrificale, sarà difficile per una figlia identificarsi in questo modello femminile e quindi, soprassiederà a questo delicato passaggio; lo stesso accade se la madre è stata vista come assente, imprevedibile, incoerente e poco attendibile perché troppo irrequieta ed indipendente nonché precaria sotto il profilo emotivo; questa madre è magari stata percepita come lacerata tra il bisogno di perseguire la sua autonomia, libertà ed anticonvenzionalità che le rendevano difficile accogliere e sostenere e il suo bisogno di riconoscersi invece in un ruolo più tradizionale di madre e di moglie (Luna quadrata Urano).
In entrambi i casi, se non c’era una nonna o una figura sana e positiva, la bambina avrà sicuramente preferito identificarsi con la figura paterna … soprattutto se questa sembrava più leggera e più brillante. Quando questa bambina diventerà adulta, dovrà però riprendere contatto con il suo “materno” e dovrà formarsi un’idea di cosa è di preciso la femminilità e di come può essere vissuta in modo positivo e non necessariamente come l’ha vissuta la madre.
Quello che è certo è che in entrambi i casi la persona in questione dovrà rivalutare il femminile, perché solo allora potrà nutrire la sua parte intima e poi esprimerla e viverla in modo coerente e gratificante.

In effetti, queste donne hanno al loro interno un femminile molto fragile e debole ed è da questo che dovranno in un certo senso emanciparsi altrimenti ci saranno sempre dei fortissimi conflitti tra la parte cosciente e quella inconscia che porteranno la donna a mantenere costantemente rapporti ambivalenti con sé stessa e con gli altri.
Queste donne infatti sono lacerate tra due parti di sé: una che desidera essere indipendente, forte e libera ed una invece, ancora profondamente bisognosa ed infantile, che sente il bisogno di protezione, quella che non ha avuto quando le era indispensabile.
Inoltre, aver visto la madre agire sempre ruoli femminili non coerenti ha sviluppato dentro la donna immagini di contrasto tra i suoi obiettivi coscienti (essere una donna forte, libera, autonoma, che non mostra fragilità e che non abusa del suo lato emotivo) e quelli inconsci (la piccola fanciulla rimasta “orfana dell’energia femminile” che ancora attende di essere protetta, nutrita e contenuta e che è anche molto arrabbiata per non aver avuto ciò che le serviva).

Moltissime donne oggi sono schiacciate in questa dinamica che non dà loro tregua e che impedisce di vivere la vita di relazione in modo soddisfacente perché la loro parte non cresciuta combatte e non permette di sentirsi gratificate in nessuna relazione poiché al loro interno è come se le due parti di sé avessero dichiarato guerra.
In questi casi poi, le parti libere, forti ed indipendenti vengono proiettate all’esterno poiché non possono essere vissute “dentro, per cui, il proprio uomo diventerà l’inconsapevole depositario di una serie di immagini interiori (proiezioni) della donna che lui si sentirà inconsciamente bisognoso di raccogliere e interpretare.



La “ proiezione” è un processo della nostra psiche per cui alcuni aspetti che ci appartengono – e che sono nostri – vengono proiettati su persone esterne. Il termine indica proprio ciò che accade al cinema in cui noi abbiamo un proiettore che ha dentro la pellicola con le immagini, ma queste vengono portate lontane, su un telo bianco che sta a debita distanza.
Attraverso questo meccanismo ognuno di noi può proiettare su altre persone ciò che non può essere riconosciuto all’interno come un contenuto che appartiene.
In questo modo, è come se la psiche riuscisse a “trattare a distanza” qualcosa che è sì obbligata a vedere e a prendere in considerazione, ma come “estraneo e diverso”.
E chiaro che le parti che vengono proiettate con più facilità sono quelle che appartengono alla nostra “ombra”, quelle che abbiamo relegato nell’inconscio.
Nel momento in cui questo processo inizia, ci sono ovviamente reazioni molto potenti poiché vengono attivate direttamente dal nostro inconscio ma, contemporaneamente attivano anche parti dell’inconscio della persona che riceve la proiezione. L’altro infatti si trova ad essere – per via dei suoi contenuti inconsci – un attaccapanni ideale per le nostre proiezioni e, per una legge di similitudine, proietterà su di noi un lato “personale” che si incastra perfettamente con i nostri bisogni inconsci.
 
 
CLICCA SU UNA LETTERA DELL'ALFABETO
 
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M
N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
 

Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010


oroscopo del mese di gennaio 2020
INFORMIAMO CHE è STATO INSERITO L'OROSCOPO DEL MESE DI GENNAIO 2020.
Buona lettura


OROSCOPO DELL'ANNO 2020
informiamo i nostri visitatori che è stato inserito l'oroscopo dell'anno 2020 redatto da Lidia Fassio. Buona lettura.
Auguriamo a tutti i nostri amici un buon inizio 2020 a cui possa far seguito la realizzazione di tutti i loro desideri..


oroscopo mese di novembre
Cari amici e visitatori,
abbiamo inserito l'oroscopo del mese di novembre.


CORSO DI FORMAZIONE ON LINE
Si è svolta la prima lezione del corso di formazione di astropsicologia on line. Chi volesse ancora iscriversi può rivolgersi a info@eridanoschool.it o chiamare il 338 5217099.

Oroscopo di settembre
E' stato inserito l'oroscopo del mese di settembre. Buona lettura.

Oroscopo del mese di luglio
E' stato inserito l'oroscopo del mese di luglio.. BUONA LETTURA..

oroscopo mese di maggio
cari amici e visitatori, è stato inserito l'oroscopo del mese di maggio.. Buona lettura

OROSCOPO DI APRILE 2019
E' stato inserito l'oroscopo del mese di aprile. buona lettura

FESTIVAL DELLA CARNE DI CANE... leggi....
Riceviamo da Diana Lanciotti, fondatrice del FONDO AMICI DI PACO questa bellissima lettera dal titolo "ME LO MANGIO…. DI BACI!".

Essendo amici degli animali, volentieri pubblichiamo per i nostri visitatori e lettori.


Conferenza ERIDANOSCHOOL ad ADRIA
Il 29 di marzo alle h. 18,30 presso la libreria di ADRIA (Rovigo) - via Cairoli, 12 - Elena Arfè - docente ERIDANOSCHOOL - terrà una conferenza dal titolo: "IL VIAGGIO DELL'EROE NEI 12 SEGNI".

Ingresso libero