domenica 19 novembre 2017
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2017/2018
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 
SEGNO DEL MESE SULLA RELAZIONE SU ERIDANOSCHOOL
 
 
 
  dal 22 ottobre al 22 novembre
RELAZIONE SCORPIONE
 

Lo Scorpione è un segno  “destinato” a passare attraverso la relazione anche se, il suo non è mai un modello semplice, ma deve prevedere  l’incontro con  qualcosa di forte e di intenso che lo trascini in un confronto potente tra parti di sé.. in modo da poter estrarre quello che è il  senso del potere e della creatività della vita. Indubbiamente questo è il segno in cui le relazioni cambiano  registro e non ci si può  più accontentare di qualcosa di superficiale ma devono raggiungere  l’essenza  e la sostanza vera delle due persone, in modo da poter dar vita a qualcosa di trasformante per entrambi che consenta la successiva rinascita.
Questo significa che le energie in gioco  sono tante e vanno in due   direzioni: incontro  verso l’altro, incontro magico e profondo mosso da curiosità e desiderio autentico di conoscenza;  ma.. immediatamente dopo  anche ritiro dall’altro per tornare a sè; ed è questa dicotomia che, se da un lato   lascia  un senso di profondo sconforto, dall’altro,  rappresenta la  vera sfida seduttiva  a non mollare giacchè si sa che nel  nuovo avvicinamento   avverrà la possibilità di un'altra conoscenza e di un altro  ritorno a sé.

Nella psiche dei nativi sono sempre presenti  queste due tendenze contrarie: la prima  che ha bisogno di intimità e di vicinanza  - quella che ogni scorpione cerca disperatamente nelle persone che incontra e che lo interessano – qualcosa che  non può stare confinato dentro al  “mentale” e,  proprio per questo  i nativi sanno che  ogni relazione verrà vissuta come qualcosa di assolutamente vitale tanto da investirci le energie più potenti che hanno a disposizione; la seconda, altrettanto seducente, invece è un’energia che  analizza, trattiene e controlla tutto ciò che accade fuori di sé e dentro di sé  in modo da poter sempre avere la certezza che, in qualunque evenienza, ci sia  la possibilità di tirarsi indietro e di non farsi cogliere..totalmente per non esporsi al potere dell’altro. 
La relazione in questo segno  viene giocata  sul filo del rasoio del “mi lascio andare.. oppure controllo e mi nego ” e questo diventa spesso il  dilemma principale  della psiche :
- se accetta il coinvolgimento  sa che sarà intenso e che dovrà accettare la sfida anche se fosse all’ultimo sangue; sa  che  non potrà coinvolgersi  a metà e che, pertanto,  dovrà  lasciar andare il suo controllo e porgere il fianco all’altro, ma anche all’inconscio; sa anche che all’interno di questo gioco sottile avrà  però  la possibilità di andare al di là di ciò che conosce di sé e della sua personalità  proprio perché  è solo nel coinvolgimento totale che le difese  dell’IO si abbassano   lasciando emergere contenuti prima trattenuti e nascosti;   sa però altrettanto bene  che quando le difese personali  si abbassano  l’altro potrebbe violare certi confini e ferire in profondità;
- se non accetta di coinvolgersi  sa che può mantenere il controllo  a scapito della relazione che non inizierà mai veramente e questa è già una sorta di morte per i nativi che hanno bisogno  di “arrivare a verificare  la situazione dei loro confini”; se non lo fanno.. restano al di fuori senza lasciarsi contaminare ma senza neppure verificare i confini  che hanno posto tra l’individualità personale e quella dell’altro; sanno che non andranno incontro a grandi minacce esterne, ma intuiscono che non saranno mai completi il che significa “essere vivi a metà”. 
- In pratica ogni Scorpione sa che non c’è modo di conoscersi   senza rischiare e senza aprire la porta ad eventuali minacce: la  vita è nascosta dietro all’accettazione di questo rischio.

Lo Scorpione sa che la vita c’è solo nell’ “incontro con l’altro”, ma sa anche che l’altro non  è  solo quello che è separato da sé  ma anche qualcosa che  sta anche dentro di sé  e che potrebbe non essere così facile da conoscere e da investigare.
Per questo i nativi sono molto interessati alla relazione intima, sia emotiva che psichica, ma anche  alla sessualità che  è  lo strumento privilegiato per arrivare al contatto vero con l’anima.
Niente potrà essere leggero  a questo punto  perché i nativi sanno che comunque andrà la loro avventura  essi  saranno  toccati in maniera individuale ed irripetibile e sanno anche che solo se  tutto andrà bene ci sarà un atto creativo.
Lo Scorpione ha bisogno di “perdersi per ritrovarsi” di guardare nell’ “ombra per trovare la luce” e questo è  il suo dramma più grande, quello che spesso lo porta a non fidarsi  totalmente di sé  credendo di non avere risorse sufficienti e quindi ad avere paura di cadere in balia dell’altro e del potere che inevitabilmente deve temporaneamente concedere all’altro.

Nella relazione i nativi devono trovare le loro parti negate ma devono anche trovare la loro verità.. quella che non può essere scritta dall’altro ma che  staziona dentro di sé.. passando però attraverso l’altro; le continue sollecitazioni a ricercare e a spingersi più in là rappresentano per la psiche dei nativi una vera e propria sfida che da un lato  muove compulsivamente la loro istintività   ma,  dall’altro,  li imprigiona anche nella paura  di essere veramente vulnerati.

In effetti, lo stadio della relazione a questo livello deve passare attraverso il riconoscimento della vulnerabilità dell’Io: non c’è altra strada e questa è  la medicina che devono ingurgitare per rinascere; quando invece  mettono in  atto difese titaniche, operano esclusivamente contro sé stessi poiché  non  approdano ai livelli  di coscienza superiore e, nel caso, diventano negativi, pieni di ombra senza possibilità di esprimere il loro potenziale che, a quel punto sembra implodere creando un’aura oscura.

 Lo Scorpione sa che non c’è  modo di  avvicinarsi all’altro senza esporsi e dunque prima o poi deve entrare in questo tunnel; quando riesce a farlo diventa un amante straordinario, sensibile e coraggioso, pronto ad entrare nelle dinamiche più profonde della psiche per metterle e mettersi in discussione, penetrando dentro a  quella giungla che i miti chiamavano “regno infero” per uscirne vittorioso e capace di conoscere qualcosa in più di sé stesso, in grado di offrire all’altro una reale “participation mystique”.. sa che veramente può incontrare l’anima dell’altro, perché ha incontrato e si è riunito alla sua. A quel punto sarà irresistibile, estatico  e magico.. perché questi sono i doni dell’anima.
La relazione per lo Scorpione richiama quello stato di “trascendenza”  che avviene solo quando ognuno  assume su di sé la malattia che lo  accomuna all’altro, in modo da  fare insieme lo stesso percorso che li porterà alla trasformazione e all’unione psichica ed emotiva, che si fonda sul potere personale che è l’unico che può garantire di potersi dare completamente all’altro sapendo che non vi è altro modo di “essere in relazione”.

Ognuno qui si metterà a nudo, svelerà sé stesso  all’altro e, in questo lavoro difficile ma fecondo, potrà comprendere al meglio inclinazioni e predisposizioni, ma  soprattutto le motivazioni profonde che muovono le sue azioni, in modo da poterle allineare ai bisogni del Se’.. che, a quel punto si riallaccia al Sé e riparte per un  nuovo, lungo viaggio.
Non ci sono vie di mezzo in questo viaggio.. o lo si compie e si rinasce.. o lo si rifiuta ed inizia un percorso a ritroso.. che viene esperito come una morte.

L’ombra dello Scorpione è forte quando  trattiene, quando non si dà e quando, per paura, finisce per manipolare e gestire ciò che non gli appartiene e su cui non ha potere; tutto questo illusoriamente in quanto l’Io non avrà carte da giocarsi nella partita con il Sé.


SCORPIONE E SEGNI DI FUOCO (Ariete – Leone – Sagittario)

E’ indubbio che le energie sono profondamente diverse; quelle acquatiche , sotterranee  ed anche un po’ torbide dello Scorpione e quelle del  Fuoco, incendiarie e turbinose, ma limpide e dirette, magari troppo focose e sempre a caccia di novità e di conquista, devono trovare un modo di dialogare.
I nativi possono però essere molto aiutati dai loro amici di Fuoco perché questi ultimi sono più semplici e più immediati e possono aiutare lo Scorpione a lasciar andare un po’ delle idiosincrasie che invece lo accompagnano.  Soprattutto possono aiutarlo a vincere certe paranoie che riguardano sempre il controllo: inutile dire che il Fuoco non può controllare e non ama il controllo a nessun livello: inconsciamente rifugge e tende ad allontanarsi.. o ad arrabbiarsi perché si sente braccato nella sua vitalità e libertà.
Con l’Ariete lo Scorpione  condivide  due pianeti, Plutone e Marte che sicuramente possono  meglio comprendersi energeticamente, anche se nell’ariete sicuramente prevale la parte protagonistica ed istintiva dei due,  mentre nello scorpione la parte indagatoria e trattenente che è già in grado di gestire l’istinto e l’impulso.
Entrambi però amano il rischio, la sfida  e sono passionali.. quindi possono trovare dei punti in comune che rendano l’Ariete più cauto e valutativo, maggiormente cosciente della sua forza  e lo Scorpione più leggero e diretto, più in grado di aprirsi agli altri.
Certo, non si può dire che la convivenza sia facile, ma ognuno dei due può veramente aprire il suo mondo a quello dell’altro miscellando certe qualità che potrebbero anche risultare interessanti. Anche  Leone e  Sagittario possono offrire allo Scorpione  i loro doni preziosi che sono  generosità autentica  e soprattutto fiducia e senso di affidamento.. due parole molto poco comuni nel vocabolario dei nativi.
A loro volta i segni di fuoco, frequentando gli scorpioni,  possono imparare a controllare e dirigere meglio le loro energie, diventando anche più scaltri ed acuti, e in grado di aspettare.
Inutile dire che  devono evitare di  mettersi in competizione su dinamiche di potere che sarebbero micidiali per tutti: infatti,  tutti e quattro  questi segni non amano perdere e faticano quando devono riconoscere i loro errori e fare dietrofront: se si sfidano e non mollano..  può essere un match senza speranza.. per tutti, ma  soprattutto per la relazione che, a quel punto diventerebbe un ring.
L’ombra infatti è riposta nel potere e nella lotta che può attirarli dentro a trappole infide quanto mortali.

SCORPIONE E SEGNI DI TERRA (Toro – Vergine –Capricorno)

Le energie sono più simili.. hanno una natura introversa entrambe e quindi ci sono possibilità di dialogo e di incontro.
La Terra ha bisogno di sicurezza, ma anche lo Scorpione  ce l’ha e se non lo riconosce   finisce per intrappolarsi  in dinamiche manipolatorie che sono il modo in cui si garantisce ciò che sente  sfuggire.
Certo, le valenze sono diverse e, mentre può trovare molta dialettica con il Toro, suo dirimpettaio, con il quale ritrova sensualità e profondo gusto per il piacere.. (anche se più contorto e sofferto per lo Scorpione), non si può dire altrettanto per  Vergine e Capricorno con cui devono trovare punti in comune.
Con la Vergine possono esserci grandi difficoltà sul piano emotivo ed istintivo ; il segno resta spesso perplesso da certe dinamiche potenti dello Scorpione che, ai suoi occhi appare  grezzo e poco “civile”, cosa che la Vergine odia; ci sono anche le questioni morali  che non sono molto in linea.. la Vergine è molto più ligia alle regole, e può confrontarsi con difficoltà con le amate  trasgressioni scorpioniche.  Ciò che invece può lasciare sconvolto lo scorpione è la mancanza di dialogo empatico: i nativi hanno un grande bisogno di scambio a questo livello e possono avvertire  la distanza emotiva come un “distacco”.
Certo, in realtà la terra non è fredda e l’acqua dovrà umidificarla e renderla più soffice, dopo di chè anche il suo mondo emotivo si aprirà.
Con il Capricorno  può condividere le ambizioni, il bisogno di autorealizzazione e ci può essere solidarietà e complicità in questo:  sono molti i sodalizi professionali tra i due segni; il Capricorno però ha bisogno di chiarezza e, anche se può sembrare forte tanto da non chiedere mai nulla e da non volere spiegazioni,   non ama però la sotterraneità e l’istintività dello scorpione e, pertanto,  non sapendo  gestire  certe dinamiche sotterranee,   preferisce prendere le distanze.
Questa è la grande differenza tra l’acqua e la Terra: l’acqua ha bisogno di coinvolgimento e di forti passioni ma è anche molto “personale”, regala emozioni e le ritira e questo indipendentemente dall’altro;  la Terra è più “impersonale” e vive molto male questa situazione ad elastico per cui  tende  a difendersi, rendendosi indipendente ed  indifferente a  certe modalità..
Cosa possono imparare reciprocamente? La Terra può imparare dall’acqua a coinvolgersi  di più e a diventare più duttile,  morbida  ed empatica , in modo da sentire di più diventando anche più abile con il mondo emotivo; lo Scorpione può invece imparare ad essere più distaccato tanto da potersi  lasciare  alle spalle certe sue logiche  di potere e di aggressività sotterranea.
Se trovano un accordo possono essere molto forti e  resistenti insieme,  in grado di affrontare anche grandi difficoltà.. sostenendosi a vicenda; la terra può offrire molto anche dal punto di vista funzionale e pratico e lo Scorpione può invece supportare dal punto di vista emotivo: insieme possono essere “roccia morbida”.
L’ombra sta nel distacco.. e nelle dinamiche di potere; la prima appartiene alla Terra che può diventare veramente indifferente fino al cinismo ; la seconda è dello scorpione;  con il Toro possono nascere forti tensioni e gelosie che si fondano proprio sulla “paura di perdere” che entrambi hanno.

LO SCORPIONE E I SEGNI DI ARIA ( Gemelli – Bilancia – Acquario)

Il connubio può essere sicuramente  interessante,  ma non facile. L’aria ha bisogno di libertà e  di grande distacco, per questo  ama poco gli eccessivi  coinvolgimento emotivi , soprattutto quando tutto è intriso di intensità e di dramma che vengono  percepiti alla stregua di   una intrusione nella propria privacy.  Da parte sua lo Scorpione può cogliere alcune caratteristiche dell’aria e imparare  a sgusciare più facilmente da certi sconvolgimenti  interiori,  spesso contorti,  che lo rendono angosciato e inquieto.
Con i Gemelli lo Scorpione condivide Plutone e Mercurio che si presentano  molto più vivaci e legati al trasformismo  della mente e dell’identità nel segno d’aria, mentre diventano più raffinati e più adatti a scendere in profondità e a cogliere le contraddizioni tra l’esterno e l’interno nello Scorpione.
In ogni caso alcune dinamiche sono simili, anche se i Gemelli presentano comunque un forte bisogno di leggerezza che non è mai presente nei nativi Scorpione che vivono questo lato come “immaturità”.
Possono però essere entrambi abili teatranti: più commedianti i Gemelli, più legati alla tragedia i secondi.
Nel complesso però i Gemelli sopportano malamente certe raffinatezze emotive che non sanno prevenire né gestire,  mentre gli Scorpioni sentono difficoltà con l’estraneità emotiva gemellare così come con il loro bisogno di entrare ed uscire dalle cose in modo dinamico, rapido e veloce.
Con Bilancia e Acquario le situazioni sono simili; con la Bilancia condivide il bisogno di relazione e quindi possono trovare punti in comune a patto che lo Scorpione si mantenga sui binari etici tanto cari al segno d’aria e la Bilancia lasci un po’ della sua proverbiale schizzinosità e formalità che tanto fanno infuriare lo Scorpione;   spesso  i nativi  trascinano  la Bilancia nel panico perché, con i loro  alti e bassi, squilibrano  un  segno che invece deve ricercare  una stabilità  interna tra l’ideale e il reale e tra pensiero ed emozione.
L’acquario è in netta quadratura con lo Scorpione e qui le difficoltà aumentano: il segno uraniano sente come un limite profondo l’invischiamento  e vive la parte emotiva – soprattutto quando è troppo intensa - come una chela che gli   viene impiantata al solo scopo di non permettergli la libertà. La lotta è praticamente impari.. perché lo Scorpione metterà in atto dinamiche di coinvolgimento  tentando di far sentire in colpa un segno che spesso è “esente da senso di colpa” perché ha il compito di non lasciarsi trascinare in territori che lo legherebbero e gli impedirebbero la libertà vera; infatti, l’acquario semplicemente tende a fuggire da certe contorsioni  e taglia di netto le situazioni che non riesce a comprendere e che lo limitano.
Certo, l’aria è molto mentale..ed è spaventata a morte dalla troppa visceralità dello Scorpione; un incontro favorevole potrebbe portare l’aria a conoscere  di più la natura umana profonda -  cosa da cui spesso rifugge -   ritirandosi  nella mente e razionalizzando anche ciò che non potrebbe essere razionalizzato;  con l’aiuto dello scorpione potrebbe invece addentrarsi  nei suoi meandri interni e scoprire cose per lei impensabili; per lo scorpione l’aria può  favorire i suoi difficili processi di  distacco ed anche la capacità di liberarsi di tutto ciò che ingorga i suoi tessuti emotivi e psichici;  la differenza resta sul piano della lotta tra il lato  troppo “personale” dello Scorpione e quello assolutamente “impersonale” dell’aria.

LO SCORPIONE E I SEGNI D’ACQUA (Cancro – Scorpione – Pesci)

Con i segni d’acqua lo Scorpione ritrova sicuramente  grande sintonia ed affinità a livello emotivo.. e, tra loro, può iniziare uno scambio molto intenso  che, almeno all’inizio li farà  sentire entrambi  “a casa”, in grado di fluttuare  su lunghezze d’onde simili – che solo loro percepiscono – e che nutrono  il loro bisogno di pathos.
Non è detto che le cose siano però  facili come sembrano all’apparenza;  infatti i segni d’acqua  possono invischiarsi in dinamiche di manipolazione  e di ricatto emotivo profonde  proprio perché  sono sempre presenti  temi quali l’aggrappamento e l’invischiamento  che se,  all’inizio possono risultare rassicuranti, in seguito creano strani miscugli di odio – amore e non permettono mai lo svincolo vero delle due individualità.
In effetti,  controllo e potere, nonché abusi emotivi   possono  diventare armi  potenti  tra questi  segni d’acqua che, temono poi di perdere contatto non appena l’altro si allontana psicologicamente ed emotivamente  anche solo di un po’ con il rischio di  creare subito ansia che richiama il bisogno di   testare la qualità del rapporto  con passaggi strani e contorti.
Spesso infatti, proprio tra i segni d’acqua -  soprattutto tra gli Scorpioni stessi e tra scorpioni e Cancro -  si verificano problemi di questo tipo che portano al  bisogno di rassicurazioni  che,  per il Cancro si incentrano sulla presenza dell’altro e sul dare costante supporto, mentre, per lo scorpione la rassicurazione deve essere soprattutto vissuta a livello di “affidabilità emotiva”.
Il Cancro è molto potente a livello di ricettività, coglie ogni minima variazione e afferra all’istante il ritiro dell’altro; però è   più infantile  nell’espressione dei suoi bisogni; lo scorpione è più raffinato ed ha maggiori difese tipo quella di non mostrare il suo bisogno dell’altro anche quando è fortissimo.
Spesso i segni d’acqua  cadono  in situazioni di invischiamento  così avvolgenti e soffocanti da lasciare grande spazio al   risentimento che  diventa d’obbligo perché  va a  compensare la dipendenza emotiva che si è sviluppata tra i due e che, effettivamente, impedisce la crescita della relazione;  in pratica il rapporto diventa “se lo odio non ho bisogno di lui” e questo può dare un’illusoria risoluzione di una dinamica simbiotica distruttiva. Sottili rapporti vittima – carnefice possono alloggiare tra questi segni.. ovviamente anche questo va a  sconfessare l’idea di una dipendenza reciproca che difficilmente viene ammessa.
Con i Pesci la situazione è diversa in quanto i nettuniani sono meno facili ad entrare in dinamiche troppo  vincolanti; essi  tendono alla fuga e  si allontanano automaticamente da certe “passioni troppo limitanti” poiché non riescono a tenere la loro attenzione e neppure le loro emozioni per tanto tempo investite su una sola persona  perché le ritengono troppo stressanti ;   i Pesci sono  curiosi e bisognosi di grande libertà e quindi spesso emigrano e si scollegano.
Possono però entrare come un coltello nel burro  nel ruolo della  vittima perché questo è confacente a certi loro bisogni di “elevazione” non risolti e non vissuti bene.
Inutile dire che, soprattutto tra gli  Scorpioni le dinamiche di potere possono regnare sovrane per anni in casa della  coppia.. trasferendosi  con grande facilità  in camera da letto e combattendo corpo a corpo  nell’inutile e distruttivo  tentativo di stabilire chi dei due dovrà mollare.

Quando i segni d’acqua riescono a diventare indipendenti allora tra loro possono crearsi rapporti molto profondi, di scambio psicologico ed emotivo  sostenuti però da libertà reciproca e capacità di supportare l’altro nelle sue battaglie personali interne ed esterne. Per ottenere questo devono superare  entrambi la paura di perdere che li porta a controllare e a non vedere quanta parte hanno nel creare rapporti simbiotici che non possono mantenersi in piedi  se non a scapito dell’individualità dei due soggetti.

 
a cura di Lidia Fassio
Per scoprire le previsioni del nuovo anno clicca qui
Per accedere all'oroscopo del mese clicca qui
Per accedere all'oroscopo del giorno clicca qui
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010