venerd́ 21 luglio 2017
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia
 

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2017/2018
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
 
INTRODUZIONE ALL'OROSCOPO 2013
 
 

Oroscopo dell’anno 2013

Anticipazioni

Il 2012 sta volgendo al termine non senza sussulti.. Come avevamo detto nelle anticipazioni dello scorso anno, non stiamo assistendo alla fine del mondo ma, molto più semplicemente, alla “fine di un mondo”. I segni che apparivano già ben delineati e chiari alla fine del 2011 ormai sono inequivocabili; il sistema economico, finanziario e politico, nonché certi modi di vivere sono decisamente al collasso, almeno per quanto riguarda l’occidente e i paesi europei messi alle corde da Plutone, da Urano e da Saturno che, tuttavia, dal mese di ottobre ha cambiato segno ed è entrato in Scorpione.
Sono sotto pressione le sicurezze, le garanzie che per anni sembravano inattaccabili, i privilegi e, soprattutto, le prospettive per il futuro, decisamente incerte e, almeno al momento, poco chiare.
Il vecchio mondo è decisamente quello che sta peggio; certo, anche gli Stati Uniti non sono tranquilli ma, senza dubbio, la coesione interna agli stati fa si che vi sia un maggior senso comune che non è invece riscontrabile nella vecchia Europa unita si dalla stessa moneta ma, senza dubbio, non negli animi e negli intenti.
Senza dubbio lo spettro della recessione fa paura e, così, ognuno cerca di tirare l’acqua al suo mulino, dimenticandosi che, forse, sarebbe proprio una maggior coesione a stabilizzare un po’ le cose. Se l’Europa apparisse unita davanti al mondo, senza dubbio avrebbe molte più chance di far fronte alla crisi: ancora una volta dobbiamo costatare che, nei momenti difficili, sono sempre gli egoismi e le divisioni ad avere la meglio anziché mettere in atto logiche diverse, più responsabili ma anche di maggior solidarietà ed unità. Forse non abbiamo ancora imparato appieno la lezione e, al momento, prevalgono quindi logiche che dovrebbero appartenere al passato che, invece, sono ancora imperanti e compatte. Il paese che, tra quelli grandi, sta decisamente meglio in Europa è senza dubbio la Germania mentre, Grecia, Italia, Spagna, Portogallo e altri, non sono in grado di dormire sonni tranquilli e vivono sul filo del rasoio con lo spauracchio che, se non si riescono a pareggiare i conti e, in alcuni casi, se non arrivano gli aiuti dalla Banca centrale, potrebbero chiudere per bancarotta in qualunque momento.
L’altra metà del mondo in realtà, almeno sul piano economico, versa sicuramente in condizioni diverse; soprattutto l’India, la Cina e il Brasile sono ancora in pieno sviluppo. Il Brasile è meta di numerosi giovani che cercano di trovare fortuna dato che in Europa le possibilità sono abbastanza congelate.
L’anno scorso era iniziata la così detta “primavera araba” che, è perdurata tutto l’anno e che è tutt’ora molto attiva; paesi come la Siria, l’Afghanistan, l’Egitto e la Libia sono ancora ben lontani dall’aver trovato una stabilità all’interno e, nel caso dell’Iran siamo di fronte ad un grandissimo problema dovuto all’embargo che sta mettendo a ferro e fuoco la loro economia non potendo esportare la quantità di petrolio che viene estratto. La situazione interna di questo paesi è drammatica poiché il blocco delle esportazioni sta portando ad una crisi economica notevole che, senza dubbio, non sarà sopportabile a lungo.
L’ingresso di Saturno in Scorpione (segno molto legato ai paesi arabi) potrebbe segnalare un forte irrigidimento delle relazioni diplomatiche con questi paesi i cui effetti, non sono facili da prevedere. Senza dubbio la natura dittatoriale dei loro governi non depone a favore di cambiamenti di rotta significativi a meno che non intervengano situazioni ancora più drammatiche a quelle a cui abbiamo assistito perché, tutto ciò non fa che aumentare l’odio nei confronti dell’occidente che viene sempre più visto come nemico.
Gli Stati Uniti hanno appena rieletto il presidente OBAMA e, pur se non con il consenso della volta scorsa, è stato preferito lui allo sfidante; certo, l’onda positiva che aveva accompagnato la prima elezione si è dissolta e molte promesse non sono state mantenute tuttavia gli è stata rinnovata la fiducia anche se dovrà vedersela con parecchi problemi in quanto non potrà contare sul pieno appoggio del parlamento. In ogni caso, la svolta conservatrice non c’è stata e l’America non ha voltato pagina ad un tentativo di rinnovamento anche in senso sociale.
Certo, i catastrofisti diranno che il 21 dicembre non è ancora passato e che, quindi, potrebbe ancora esserci qualcosa di distruttivo ma, da inguaribile ottimista, sono più propensa a pensare che le cose stanno andando esattamente come dovevano andare, almeno, secondo quanto la logica dei transiti interessati scandisce. Ovviamente non sto certo dicendo che questi transiti siano di per sé destrutturanti e distruttivi ma, la loro natura è quella trasformativa il che significa che si può trasformare solamente ciò che è sano mentre, ciò che non lo è deve prima essere distrutto in modo da ricreare un terreno vergine sul quale appoggiare nuove prospettive. Ciò a cui stiamo assistendo si commenta da sé: Plutone in Capricorno non si è trovato un terreno fertile, sano e pulito ma sta mettendo in luce ciò che, purtroppo, c’era anche se non era ancora così visibile. Forse, a lungo tutti noi abbiamo preferito fare come gli struzzi ed abbiamo messo la testa sotto la sabbia, confidando in un qualche miracolo che rovesciasse la situazione e risanasse il tutto con la bacchetta magica. Lo stato di degradazione è tale per cui non vi è alcuna possibilità di fermare il processo di destrutturazione e, in questo, mi pare che Plutone stia facendo egregiamente il suo lavoro, riportandoci a vedere per poter poi cambiare rotta o, almeno, cercare di modificare atteggiamenti e modalità di vivere che non possono e non devono essere portate avanti.
Certo, è molto triste constatare che lo stato di degradazione, di corruzione e di inquinamento è acuto al punto tale che, solo un’amputazione drastica del male può lasciare qualche speranza alla parte sana. Se interpretiamo tutto ciò da un punto di vista simbolico e psicologico non possiamo però non vedere quanta parte abbiamo avuto tutti nel consentire questo stato di cose; abbiamo avuto paura: paura di intervenire, paura di lamentarci o di chiedere conto di come venivano usati i soldi pubblici, paura di perdere i piccoli privilegi acquisisti negli anni, paura di essere protagonisti attivi del nostro vissuto e, così facendo, abbiamo prima delegato e poi dato carta bianca, incuranti di ciò che succedeva. Plutone ci insegna che solamente quando c’è un terreno particolarmente fertile si possono insinuare certe sue dinamiche giacchè, necessita sempre di un discreto tasso di collusione affinchè le cose possano crescere e svilupparsi.
La difficoltà di chi si trova oggi sotto scacco della politica e della finanza, stressato da tasse e da mancanza di opportunità lavorative è evidente ma ciò non li assolve da responsabilità ben precise che non sono state assunte e che hanno permesso a chi è stato nelle stanze dei bottoni di fare il bello e il cattivo tempo senza mai aver dovuto rendere conto di alcunché. La parola “colludere” significa “giocare insieme” ed in effetti, consciamente o inconsciamente, abbiamo giocato insieme a chi ha governato ragion per cui, nella situazione attuale, non possiamo che valutare ciò che abbiamo comunque favorito e correre ai ripari, imparando a non delegare troppo e ancor meno a lasciare carta bianca nel gestire ciò che dovrebbe essere “comune” dato che la ricchezza di un paese è prodotta da chi lavora.
Gli equilibri per quanto riguarda il 2013 stanno comunque cambiando: la croce a T che si è verificata negli anni passati tra Plutone in Capricorno, Urano in Ariete e Saturno in Bilancia si è dissolta, anche se, il quadrato tra Plutone e Urano, si verificherà ancora con precisione estrema nei mesi di maggio, ottobre e novembre per poi ripresentarsi nel 2014 ad aprile e dicembre. Non siamo certo fuori dal loro influsso per cui, il lungo processo è ancora in atto.
Ciò che cambia è l’ingresso di Saturno in Scorpione che ha subito fatto aspetto di trigono con Nettuno in Pesci, trigono che si ripresenterà puntuale nei mesi di giugno e di luglio. E’ interessante questo aspetto perché sembrerebbe equilibrare due diverse forze che hanno iniziato il loro ciclo nell’anno 89 allorchè si erano trovati congiunti nel segno del Capricorno.
Tanti sono gli avvenimenti importanti di quell’anno tra i quali ricordiamo: la rivolta cinese di Piazza Tien An Men, finita nel sangue con migliaia di morti; la caduta del muro di Berlino, la rivoluzione in Romania culminata con l’esecuzione del dittatore Ceaucescu; l’abbandono dell’Afghanistan da parte delle truppe sovietiche; l’invasione di Panama da parte delle truppe statunitensi e l’arresto di Noriega; il dramma della petroliera Exxon Valdez in Alaska, considerata la più grande calamità dei mari. In Italia questo anno divenne famoso per le esternazioni del presidente Cossiga e per l’attentato dell’Addaura al giudice Falcone, già completamente abbandonato dalle istituzioni.
Senza dubbio alcune delle cose di quegli anni sono ancora nell’occhio del ciclone; l’Afghanistan è praticamente ritornato sotto il dominio dei Talebani anche se oggi, sono gli Stati Uniti e i paesi alleati ad essere invischiati e prossimi ad uscire da quella situazione senza aver risolto ciò che li aveva portati ad entrare come “forza di pace”; la situazione della Cina è fondamentalmente cambiata dal punto di vista economico anche se, permangono condizioni complicate dal punto di vista dei diritti umani; il problema della Giustizia in Italia è più che mai d’attualità visto che, una parte dei giudici, sembra aver un po’ perso il senso della misura. Il trigono avviene dopo l’opposizione di Saturno Nettuno che ha dato il via ai problemi con i mussulmani, iniziati con le proteste per il discorso che i pontefice Benedetto XVI fece a Ratisbona che causò una serie di minacce alla sua persona e alla città del Vaticano. In quell’anno fu anche condannato ed ucciso Saddam Hussein. Ora sono i cattolici ad avere problemi in tutti i paesi mussulmani per cui ciò che era iniziato allora ora è quanto mai in atto.
Le difficoltà con i paesi arabi sono sicuramente attualissime e non è ancora scongiurato il pericolo di un’eventuale inasprimento delle relazioni; l’Iran resta un punto interrogativo.. soprattutto per quanto concerne i rapporti con Israele..

Continua...

 
 
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010