domenica 19 agosto 2018
Blog di Lidia Fassio
Contatti
Richiedi informazioni
Organizza un corso
Collabora con noi
Sondaggio
Lidia Fassio
I Docenti
Scuola d'Astrologia
Scuola Itinerante
Corso di formazione
Corsi Propedeutici
Corsi Esperienziali
Astrologia Karmica
Corsi Estivi/Eventi
Corsi Online
Seminari di Astrologia
Astrologia Evolutiva
Storia dell'Astrologia
Rubriche di Astrologia
Articoli di Astrologia
Astrologia Psicologia
A scuola di Astrologia
Astrologica
Astrologia Studi
Astrologia Libri
News di Astrologia
Good News
Oroscopo del giorno
Oroscopo del Mese
Oroscopo dell'anno
Segno del Mese
Tema Natale
Consulenza Astrologica
Counselling Astrologico
Blog di Lidia Fassio
Il Diario di S. Zagatti
Laboratorio dei sogni
Forum di Astrologia

CALCOLI ASTROLOGICI
     Tema Natale
     Tema di Coppia
     Transiti
     Transiti del giono
     Cielo del Giorno

MULTIMEDIA
     Video di Astrologia
     La TV di Eridanoschool

 

NEGOZIO ONLINE

IDEE REGALO
     Tema natale stampato

TEMA NATALE
     Bambino
     Sinastria
     Transiti
     Integrato
     Psicologico

OROSCOPI A TEMA
     Lavoro
     Partner Ideale
     Famiglia

CONSULTI TELEFONICI
     con Lidia Fassio

OROSCOPO KARMICO
     con Tiziana Ghirardini

DOMANDE/RISPOSTE
    Risposte Online

CORSI ONLINE
    Propedeutico

ALBATROS
    Rivista di Astrologia

SCUOLA ACCREDITATA
COUNSELOR OLISTICO
OPERATORE OLISTICO

CORSI
CALENDARIO CORSI
CONFERENZE
SEMINARI
CORSI 2018/2019
ANNO NUOVO
ULTIMO MINUTO
EVENTI

AREA RISERVATA
REGISTRATI AL SITO
FAI IL LOGIN
DIZIONARIO NOMI
PERSONAGGI FAMOSI
DIZIONARIO SIMBOLI
NATI OGGI
CIELO DEL MESE
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai informato sulle attività promosse da Eridano School.


 
 
ERIDANOSCHOOL - IL FATTO DEL GIORNO
 
"In questa sezione Lidia Fassio farà dei piccoli commenti su ciò che accade nel mondo; il tutto sarà commentato astrologicamente".
 
17/06/2008
"PIACERE DI CONOSCERMI" DI SANDRA ZAGATTI
cari amici,

sono lieta di presentare il libro di Sandra Zagatti, docente di Eridanoschool, uscito in questi giorni per la Paco Editore.
Il libro si intitola "Piacere di conoscermi - Racconti (zodiacali) di incontri (casuali) tra essere e divenire.

Si tratta di sei racconti in chiave astropsicologica in cui l'autrice spiega e racconta storie di parlano di noi e a noi.
Sono racconti divertenti per chiunque conosca l'astrologia ed anche per chi, ancora, non ha avuto modo di apprezzarla.
Il libro è anche importante in quanto il suo ricavato contribuirà ad aiutare il Fondo Amici di Paco, un'associazione che sostiene alcuni obbiettivi importanti tra cui:
cultura di rispetto e solidarietà nei confronti degli animali attraverso specifiche iniziative di sensibilizzazione;
aiuti concreti agli aniamali abbandonati e maltrattati attraverso il sostegno ai rifugi che li accolgono.

Chi è interessato al libro può contattare la nostra Segreteria.
 
10/06/2008
VIII° FESTIVAL DEI TAROCCHI

Per tutti gli appassionati di Tarologia, come ogni anno il Festival internazionale dei Tarocchi di Hermatena offre una particolare occasione di condividere conoscenze, cultura e arte di questa affascinante materia.

Da venerdì 20 a domenica 22 giugno 2008, nella provincia di Bologna, si alterneranno spettacoli di danza e di arte contemporanea, rappresentazioni teatrali, filmati, conferenze, seminari, mostre, concerti, visite guidate, in un clima conviviale e in compagnia dei massimi rappresentanti mondiali del mondo tarologico e non solo.

Saranno presenti, fra gli altri, la famosa ricercatrice e scrittrice americana Rachel Pollack, il pittore tedesco Hermann Haindl con i suoi straordinari dipinti ispirati ai Tarocchi, Christa Pabisch dall’Austria, Morena Poltronieri ed Ernesto Fazioli del Museo dei Tarocchi, Giovannimparato con le sue percussioni e la presentazione del nuovo libro di Giovanni Pelosini, Syusy Blady e Laura Dell’Aquila sulle tracce dei simboli della Dea Madre e delle erbe curative, Paola Samoggia e Serena Zardini con musiche e coreografie, gli esilaranti Santini Del Prete con le loro performance, ed infine una divertente commedia tarologica di Giovanni Pelosini con la Compagnia del Teatro Stabile di Guardistallo.

La magica notte del Solstizio d’Estate sarà festeggiata con il tradizionale fuoco di San Giovanni e gli ospiti potranno partecipare alla speciale cena con tutti i protagonisti del Festival.

Informazioni:
051.916563 – 051.916750
339.4675826 – 348.8138815
www.museodeitarocchi.net
www.bolognamagica.com
hermatena@libero.it



 
23/05/2008
WOLFGANG PAULI: GENIO E FOLLIA - 50 ANNI DALLA MORTE
Nato a Vienna il 25 aprile del 1900 intorno alle 21,40



Pauli è un personaggio estremamente interessante dal punto di vista astrologico perché il suo tema natale riflette pienamente la sua vita scissa in due: infatti lui possiede una indubbia caratura scientifica che gli valse il premio Nobel per la fisica nel 1945 per la scoperta del “principio di esclusione”, ma possiede anche un lato interessato all’alchimia, alla cabala, alla vita onirica; capace di un lato da insegnante rigoroso e di una vita molto chiacchierata legata alle sue frequentazioni e ai suoi “eccessi” di alcool e di aggressività. Indubbiamente siamo abituati a coniugare insieme le parole “genio e sregolatezza” ma, nel caso di Pauli l’abbinamento è quanto mai preciso e puntuale.
Noi astrologi conosciamo Pauli più per la scoperta della “legge di sincronicità”, legge che affascinò Jung in quanto vi trovò una perfetta aderenza tra i fenomeni interni e quelli che accadevano all’esterno e quindi tra i fatti coscienti e ciò che invece avviene nell’inconscio. Jung divenne lo psicanalista di Pauli e rimase immediatamente affascinato oltre che dall’intelligenza del fisico, anche dalla capacità di “raccontare i sogni” e di pensare in modo “olistico”. Il fisico viennese approdò al Carl Gustav Jung a seguito della morte per suicidio della madre che lo portò ad una depressione degenerata poi in alcolismo e alla quasi perdita della prestigiosa cattedra di fisica all’università di Zurigo che fu anche di Einstein.
Pauli ebbe tantissime crisi interiori dopo la morte della madre e fini’ per sposare una soubrette con cui ebbe un matrimonio disastroso culminato con una separazione e con una serie di attacchi rivolti all’amante di lei con un chimico.
Uomo discusso anche per le sue idee che lasciavano spesso spiazzato il mondo scientifico; celebre una frase scritta in un diario “sono sicuro che la realtà di cui sarà oggetto la scienza futura non sarà ne’ psichica né fisica, ma con le due caratteristiche insieme pur non essendo né l’una né l’altra”.

Fu affascinato dallo studio delle particelle elementari dell’atomo che lo portarono ad individuare i “neutrini” piccole particelle sfuggenti considerate però i “messaggeri del cosmo” in quanto testimoni dei primi istanti della nascita dell’Universo.

Essendo di origini ebraiche nel 1940 lasciò la Germania e si trasferì negli Stati Uniti dove continuò la sua vita sempre lacerata tra grandi bevute, risse e vita prevalentemente notturna e vita accademica da scienziato rigoroso e geniale; quell’opposizione tra Gemelli e Sagittario la dice lunga sull’impossibilità di raggiungere un equilibrio interno.

Se guardiamo il suo tema natale troviamo riscontro a questa scissione: Pauli è un Toro con il Sole in casa quinta; il Sole è trigono a Saturno e questo farebbe pensare ad un soggetto regolato, preciso, sicuramente è stato questo trigono ad averlo portato a terminare gli studi e ad essere quello scienziato che tutti hanno conosciuto anche se si tratta pur sempre di un Sole in Va casa soggetto ad alti e bassi energetici.
Nel suo tema campeggia però la potente opposizione tra il Sagittario (segno in cui ha l’ascendente) e i Gemelli.
Una opposizione secca tra la casa prima e la settima casa tra i pianeti Giove e Urano in prima e Plutone, Venere e Nettuno in settima che formano una croce a T a loro volta sulla Luna in Pesci in casa IIIa che, se da un lato gli consente intuizioni veramente geniali al limite dello stroardinario e del “paranormale”, dall’altro non depone a favore di una grande equilibrio psichico ed emotivo.
In effetti la sua è una vita di eccessi iniziati con la morte della madre; quella Luna in Pesci in casa terza fa da perno ai pianeti in Ia – VIIa riflettere l’immagine di una emotività fragile ma anche di la labilità psicologica che lui eredita dalla madre che, con il suo gesto, ha mostrato di non essere in grado di mantenere il controllo della sua vita e di trasmettere al figlio certi contenuti, se non altro in forma latente. Il suicidio della madre avvenne in seguito ai continui tradimenti del marito, padre di Wolfgang. Il ragazzo non si riprese mai da questa perdita che sconvolse sicuramente anche il suo equilibrio psichico che, da quel momento rimase praticamente scisso tra il lato Gemelli, brillante, intellettuale e razionale che forniva una mente da sicuro ricercatore e quello invece più propriamente ricettivo ed intuitivo, portato a spaziare tra tutte le discipline dello scibile anche quelle che erano rigorosamente vietate ad un accademico portato a studiare cabala, alchimia ma soprattutto investito da sogni che Jung stesso definì “stupefacenti”.
La sua era una vera mente alchemica che sognava di giungere all’obiettivo di unire la sfera del fisico a quella dello psichico.

E’ interessante il fatto che arrivo’ a pensare che il corrispondente del termine cabale fosse il n. 137; lui morì a 58 anni nella stanza n. 137 dell’ospedale della Croce Rossa di Zurigo. Come non credere alla sua legge di “sincronicità”?

 
15/05/2008
L’EFFETTO DI SATURNO E PLUTONE


Come avevamo anticipato i recenti ingressi di Saturno in Vergine e di Plutone in Capricorno – che in questi giorni sono in trigono spaccato tra di loro - stanno facendo sentire i loro effetti lasciando emergere i simboli più importanti dei due pianeti e dei due segni ospitanti.
Saturno in Vergine lo avevamo pensato intento a moralizzare i temi del lavoro puntando su un maggior senso civico nonché sulla responsabilità personale e collettiva; tutti noi abbiamo pensato che fosse giunto il momento in cui il Grande Vecchio facesse sentire la sua voce.. e soprattutto i suoi significati. Era impensabile continuare sulla scia di quello a cui abbiamo assistito negli ultimi anni: sperpero di denaro pubblico, arroganza della burocrazia e di coloro che, invece di essere al servizio dei cittadini, sembrano comportarsi da padroni irresponsabili, percezione che i diritti possano esistere in assenza di qualsiasi dovere. Finalmente si sta pensando che sia importante ritornare al sacro santo concetto di merito, di responsabilità e di disciplina e che tutti debbano farsene carico; si sta inoltre ritornando alla possibilità di licenziamento per coloro che non lavorano e abusano dei loro diritti, finendo per togliere e negare quelli altrui. In ultimo si sta finalmente pensando che la scuola debba ritornare ad essere “selettiva” in modo da preparare veramente al lavoro e alla vita e che, al suo interno, debbano esserci regole e rispetto per tutti e per tutto, in modo che possa essere “formativa” e non solo un “parcheggio per i figli”.

Plutone si interessa più che altro dei grandi poteri e, in questo preciso momento tutti si aspettano che vi sia una reale moralizzazione della “casta” dei politici. Anch’essi infatti si sono resi responsabili di sprechi, abusi, incapacità di decidere, maleducazione e privilegi che neppure i Re e gli Imperatori avevano; ora, proprio per via della combinazione di Plutone e Saturno tra Vergine e Capricorno, si spera che i due segni - che si distinguono per sobrietà ed essenzialità - possano indicare la via del ritorno a comportamenti più degni di uno stato civile in cui i politici ricordino che in una democrazia sono i cittadini i veri sovrani e non i suoi amministratori.

Un altro tema che avevamo anticipato era quello dell’ordine pubblico: nelle città da tempo era diventato insostenibile il crescente clima da far west con delinquenti impuniti che spesso venivano rilasciati subito dopo l’arresto pronti a delinquere nuovamente. Ora tutti si attendono risposte ai temi della “sicurezza e della legalità” e risposte serie al degrado in cui versano molti quartieri e, soprattutto, le stazioni e le periferie.

Per quanto riguarda Plutone in Capricorno possiamo riferire anche il costante aumento del petrolio che sta mettendo a dura prova la borsa dei cittadini non solo italiani ma europei. Questo è uno degli effetti dei così detti “poteri forti” dei petrolieri che, manco a dirlo, hanno in mano le sorti energetiche di gran parte dei paesi al mondo.
Il lato positivo è che finalmente si ritornerà ad una economia più sobria, come a dire che il Capricorno e la Vergine stanno segnalando che sono finiti i tempi delle “vacche grasse” e che un po’ di austerità farà bene a noi e sicuramente alla Terra che da tempo aspetta un attimo di tregua.
 
02/05/2008
E' MORTO IL PADRE DELL' LSD
All’età di 102 anni, si è spento nella sua casa in Svizzera, Albert Hoffmann lo scopritore di un composto a base di acido lisergico dagli effetti “stupefacenti”, conosciuto nel mondo come LSD.
Hoffmann era uno scienziato, un chimico ed un ricercatore nel gruppo farmaceutico Sandoz dove ha lavorato dal 1929 fino alla pensione che avvenne nel 1971.
Forse nessuno avrebbe conosciuto il suo nome se non avesse scoperto la sostanza che ha caratterizzato un’epoca, quella dei beat e dei figli dei fiori.. che ha dato vita, tra l’altro, ad una lunga fase musicale chiamata “psichedelia” i cui effetti derivavano proprio dai famosi “trip”, i viaggi che venivano fatti sotto gli effetti di questa sostanza. Famosi complessi rock ad utilizzare questa sostanza sono stati i Pink Floyd (forse i più rappresentativi in quanto il loro capo Sid Barrett, non emerse mai più equilibrato da uno dei viaggi con la sostanza), i Doors con il grande Jim Morrison considerato il “poeta maledetto”, i Birds, i Beach Boys, Jimi Hendrix, ma anche i Beatles e i Rolling (anche se questi ultimi utilizzarono con più forza l’eroina e la cocaina), in ogni caso non vi è nessun gruppo dell’epoca che non sia venuto a contatto con l’LSD.

L’LSD viene estratta da un fungo parassita della segale; è indubbiamente uno dei più potenti allucinogeni conosciuti in grado di produrre alterazioni della memoria, illusioni uditive e visive, fantasie oniriche potenti ed indimenticabili perché entrano in contatto con emozioni arcaiche.
L’LSD divenne la sostanza adottata da tutta la “controcultura” degli anni ’60 che la utilizzò come simbolo di un modo di vivere alternativo in cui mettere insieme esperienze occidentali a forme tipicamente orientali la cui meta utopica era quella di “cambiare il mondo”. C’è da dire che lui non ha mai amato il fatto di essere visto come colui che aveva inventato “lo sballo” e spesso ne denunciò la pericolosità, sostenendo che andava utilizzata per stretti motivi terapeutici, rigorosamente sotto controllo.

In effetti Hoffmann aveva sperimentato su di sé gli effetti e quindi conosceva perfettamente ciò che poteva causare.
L’LSD fu sperimentata in campo psichiatrico in quanto sostanza in grado di far accedere a nuove “porte di percezione”; in particolare Huxley, teorico della Filosofia perenne fu affascinato dalla sostanza e scrisse anche un famoso testo.. diventato il best seller della generazione degli amanti del “viaggio psichedelico”.
Indubbiamente questa sostanza è in grado di produrre “stati di estasi” proprio perché può condurre la psiche oltre la percezione dello spazio tempo, stato in cui si può sperimentare quello che i guru chiamano “puro essere o senso di totalità e unità”.
La pericolosità sta però sugli effetti che produce al nostro cervello che viene sottoposto a gravissimo stress che, contrariamente alla pratiche mistiche e meditative, alterano improvvisamente tutto il sistema nervoso senza averlo prima predisposto attraverso una sorta di graduale “allenamento”.

E’ interessante il tema di Hoffmann che, da buon scopritore della sostanza, ha in comune qualcosa con tutti coloro che poi ne sono diventati i fruitori; lui era nato in Svizzera l’11 gennaio del 1906, ovviamente non abbiamo l’ora, ma a noi interessano più che altro i rapporti tra i pianeti:
è un Capricorno per cui possiamo rintracciare in lui lo scienziato estremamente coscienzioso e preciso (tutti lo descrivono come uno studioso meticoloso); nel segno vi sono ben tre pianeti: Sole, Venere e Urano: il Sole è in trigono a Giove che si trova alla fine del Toro e, forse, questo lato lo ha sempre tenuto lontano dall’utilizzare la sostanza al di fuori della sperimentazione: è come se in lui vi fosse una forte dose di amore per la vita e per la salute ed il benessere che lo ha sicuramente mantenuto al di fuori del pericolo; nel suo tema mi aspettavo di trovare un Nettuno forte.. dato che il tipo di sostanza è decisamente sotto l’egida di questo pianeta, in grado di riportare in luce gli strati Dionisiaci che ognuno di noi ha sedimentati nella psiche; in effetti sia Venere e Urano che Mercurio (che si trova alla fine del Sagittario) sono tutti opposti a Nettuno in Cancro e questo è interessante perché ci riporta ad un desiderio fortissimo di superare i confini per capire cosa vi è al di là, qualcosa che potesse dare accesso a quella parte della psiche che è sotto l’egida del “caos”, inteso come divinità assegnata dal mito a Dioniso, qualcosa di regressivo che conduce ad un contesto in cui si giunge alle soglie della follia e della creatività che, come ben sappiamo, sono figlie di uno stesso padre, qualcosa che, se usato bene, può anche risanare e riorganizzare la psiche.
Nettuno è in trigono a Marte e Mercurio è opposto a Plutone il che lo portava con facilità ad entrare in contatto e a conquistare i misteri della mente e della psiche in quanto si trattava di un contenuto personale che, in qualche, modo avrebbe dovuto vivere e lui lo ha vissuto come “scopritore della sostanza che consentiva il viaggio”.

L’esperienza dell’LSD è un misto tra esaltazione, sogno, visione, alterazione e profonda esperienza emotiva, qualcosa che può condurre alla liberazione o alla follia più totale.. espressa in forma di psicosi.

Hoffmann però a differenza di tutti coloro che hanno fatto della sostanza una bandiera, aveva un fortissimo Saturno nel tema che, con molta probabilità, gli ha sempre permesso di vedere i confini netti tra il sogno e la realtà, nonché di mantenere una profonda lucidità circa le facili illusioni di raggiungere la felicità in questo modo (sestile con Mercurio).




 
22/04/2008
MARTE ALLE URNE DI SANDRA ZAGATTI


Partecipo sempre poco volentieri ai dibattiti astrologici pre-elettorali: non per snobismo, ma per disagio “tecnico”. I temi dei politici, anche quando sicuri, non possono infatti essere considerati esaustivi, secondo me, perché nulla sappiamo della loro vita privata, che potrebbe invece sovrapporsi o persino sostituirsi a quella pubblica per esprimere in modo altrettanto congruo le simbologie astrologiche, col rischio di colossali cantonate interpretative; mentre per quanto riguarda i temi nazionali, i dati a disposizione sono ancora più incerti (solo per l’Italia ne girano almeno tre: Regno Unito, Repubblica e “seconda repubblica”…). Per questo mi accingo solo adesso a riflettere sulle recenti elezioni. Ma non solo per questo: credo infatti che l’importanza del rinnovo del Parlamento, soprattutto in un periodo delicato come quello in cui si trova il nostro Paese, sia questione ben più complessa di un tiro al bersaglio, e non può quindi essere ridotta a “chi vince e chi perde”; tanto meno dovremmo limitarci, anche a posteriori, a ricercare un trigono di Giove per il vincitore o una quadratura di Nettuno per lo sconfitto… E comunque a me non interessa.
Mi interessa, piuttosto, notare che queste elezioni si sono svolte nel pieno dell’opposizione tra Marte in Cancro e Giove in Capricorno, con Mercurio in Ariete che li collegava in una Croce a T.
Una configurazione del genere evidenzia almeno un paio di fatti importanti, a mio parere. Il primo è che non si è trattato di un semplice e per quanto acceso confronto elettorale, ma di una vera e propria battaglia: come dimostra l’enfasi sul pianeta Marte, sottolineata dai segni del suo domicilio e della sua esaltazione (Ariete e Capricorno) e dal suo coinvolgimento diretto per dissonanza. Il secondo fatto sembra inoltre suggerire che tale battaglia non si sia svolta, come ci si aspetterebbe, tra i diversi schieramenti bensì tra il “sistema” politico nel suo insieme e i cittadini: ha visto dunque il potere istituzionale (Giove in Capricorno) da una parte, con tutti i suoi infiniti partitoni e partitini… e il volere del popolo (Marte in Cancro) dall’altra.
Ogni astrologo sa che un Marte “in negativo” esprime più rabbia che determinazione, è più aggressivo che propositivo, e quel Marte in caduta cancerina, afflitto da Mercurio e Giove ma sostenuto dal rivoluzionario Urano, sembra ben rappresentare l’istintiva motivazione degli italiani verso un voto “contro”, più che “a favore”, diretto a cambiare le cose. E’ insomma l’antica sindrome da “governo ladro”, e chiamarlo bipolarismo anche quando i poli sono diventati tre o quattro significa negare – eufemisticamente – il fatto che gli italiani tendono a punire chi li ha governati male, votando quelli dell’altra fazione… contro i quali scenderanno in piazza a protestare alla prima scelta impopolare.
Ovviamente sto generalizzando, non voglio fare del cinismo e nemmeno mancare di rispetto a tutti coloro, tanti e di qualsiasi parte politica, che hanno votato per scelta consapevole e coerente. Tento solo di individuare un clima emotivo, così come è descritto dalle configurazioni planetarie in corso, e che mi sembra per altro essersi palesato da solo, nell’esito elettorale.
C’è chi si rammarica della “cacciata” dal Parlamento della sinistra storica e/o estrema. Eppure, a prescindere dal fatto che bisognerebbe onorare la sovranità del popolo anche quando si esprime sfavorevolmente, la mancanza di un sostegno ideologico nel cielo del 13-14 aprile è un’altra evidenza, e se qualcuno (politico o elettore) pensava che l’Italia del terzo millennio fosse ancora assimilabile ad una sorta di Inghilterra post-industriale… si è sbagliato prima o si sbaglia adesso. Il cielo non mente, né fa politica; e questo cielo descrive semplicemente l’indignazione della maggioranza del popolo italiano, fatto di ceto medio, di lavoratori autonomi – artigiani, commercianti o professionisti – che si sono ribellati a quel Giove in Capricorno per combattere indirettamente Plutone, e la sua “retrograda” alleanza con Saturno in Vergine: e cioè il potere burocratico-fiscale che li ha ostacolati nella loro attività e offesi nella loro onestà, mentre continuava a difendere (pur giustamente) il lavoro dipendente e a salvaguardare (meno giustamente) gli onorevoli stipendi dei parlamentari.
C’è pure chi si stupisce del successo della Lega. Eppure anche qui il cielo parla chiaro; e non da adesso. Si può essere più o meno d’accordo, si può esserne più o meno fieri o delusi, ma che il passaggio di Giove in Sagittario del 2007 abbia amplificato i fenomeni immigratori fino a portarne a galla, con la congiunzione a Plutone, gli aspetti più pesanti e scomodi per i cittadini, non è un’opinione ideologica ma una realtà che ha esasperato gran parte dell’elettorato: quello composto non dai “lavoratori” ma dai “residenti”… è sempre Marte in Cancro a parlare. E qui non si tratta di essere più o meno aperti nei confronti degli stranieri, tanto meno è giusto strumentalizzare con accuse di razzismo la stanchezza e la rabbia di chi vede le proprie città gravate da una crescente criminalità, di chi non riesce a trovare un posto all’asilo per i propri figli, di chi si vede “soffiare” un alloggio pubblico da parte di un extracomunitario. Ovvio che un paese democratico deve essere ospitale, ma è altrettanto ovvio che troppi equilibri si sono alterati in fretta e senza che si opponessero filtri normativi: la conseguenza immediata del passaggio in Capricorno di Giove e Plutone – questa sì, prevista da tempo – è stata una richiesta di regole più severe, di maggiore ordine e controllo, di una tutela degli stranieri che non trascurasse gli italiani.
Se l’analisi di un tale voto è corretta, pensare che tanti giovani, tante casalinghe e “persone comuni” si siano trasformati in razzisti conservatori per improvvisa scelta ideologica non è soltanto poco realistico ma poco rispettoso del senso di instabilità e di insicurezza rappresentato dalle afflizioni al segno del Cancro e del Toro, che li ha portati ad affidarsi al partito leghista più per bisogno e sfinimento che per mera “protesta”… Così come è anacronistico credere che a mandare avanti l’Italia che lavora siano solo gli operai o braccianti agricoli del secolo scorso.
Ma voglio ripetermi ancora: non è mia intenzione né mi interessa esprimere pareri che non siano astrologici, e, per quanto anche questi possano essere errati, non vogliono né possono limitarsi all’esito elettorale. L’Italia aveva tanti problemi prima e li ha ancora tutti, e mentre il “voto utile” ha sfoltito le file dei partiti istituzionali esprimendo perfettamente il taglio saturnino dei rami secchi… il fatto più evidente resta quello di un Paese in crisi di valori, di prestigio all’estero e di coesione collaborativa all’interno. Per risollevare l’orgoglio potrebbe bastare il passaggio di Marte in Leone, ma per recuperare la speranza dovremo attendere che Giove entri in Acquario.
Nel frattempo, urge rimboccarsi le maniche, deporre l’ascia di guerra e mettersi al lavoro: tutti però, meglio ancora se tutti insieme.



Il tema per le elezioni va calcolato per il 13 aprile 2008 alle ore 8,00 (ora di apertura dei seggi) per Roma.


 
16/04/2008
LA VITTORIA DI UMBERTO BOSSI


Dal cilindro delle ultime elezioni sono venuti fuori trionfanti Umberto Bossi e la Lega.
E’ interessante valutare alla luce dell’astrologia le motivazioni per cui questo movimento – nato come un qualcosa di locale e territoriale - abbia in realtà avuto successo ben al di là dei suoi confini naturali e ben oltre qualsiasi aspettativa; questo fenomeno richiederà un’analisi approfondita a cui tutte le forze politiche non potranno sottrarsi in quanto sembra superficiale bollarlo semplicemente come un “voto di protesta”.

La stessa cosa dicasi per la scomparsa della così detta sinistra radicale che, ben lungi, dall’essere solamente frutto dell’appiattimento bipartitico, probabilmente ha qualcosa di più profondo che potrebbe corrispondere al suo essere in un certo senso “fuori tempo” nel proporre soluzioni che, se erano logiche negli anni settanta, oggi sembrano lontane dalla realtà.

Una cosa che mi colpisce sempre del dopo elezioni è l’atteggiamento della parte perdente che, sempre - e sottolineo sempre - dà l’impressione di pensare che i cittadini italiani – che nel caso hanno votato l’altra sponda - siano stupidi, populisti o quant’altro.. dimenticandosi che sono gli stessi che avevano votato in precedenti elezioni chi ora li considera poco più che imbecilli senza una reale capacità di valutazione. Credo che questo sia molto triste da parte di chi dovrebbe essere preposto ad interpretare anziché giudicare!

In questo si vede quanto noi italiani siamo ancora lontani da una reale capacità di pensare democraticamente e tantomeno di accettare che il sistema bipartitico porterà naturalmente a continui cambiamenti di fronte, come accade in Inghilterra o negli Stati Uniti, senza per questo considerare la vittoria del lato avverso come una calamità naturale sintomo di una tragedia incombente.

Credo che noi italiani dobbiamo imparare a pensare di più in modo Acquariano partendo dal presupposto che gli elettori sono persone, che hanno valori, pensieri, obiettivi ed interessi diversi e che, di volta in volta, votano coloro che sembrano rappresentare di più le loro esigenze.
A mio avviso forse ciò che ci potrà aiutare è l’uscita dalle “ideologie” che tendono a tenere in scacco le menti, a polarizzare e a non permettere mai una reale accettazione degli altri.
Le ideologie sono una cosa da casa nona (Sagittario), mentre la libertà di opinione e di pensiero è una cosa da casa undicesima (Acquario).
Vorrei ricordare ad ogni parte “perdente” che, per considerarsi veramente democratica, dovrà imparare ad accettare per un periodo di cinque anni il governo voluto comunque dalla maggioranza degli elettori.

Tornerei adesso su Bossi.. per valutare i transiti sul suo tema natale e per vedere quanto, in realtà.. la sua poteva essere una vittoria annunciata.

Bossi è Vergine ascendente Toro, quindi un soggetto molto legato alla “realtà e al territorio”; il suo è un Sole in sesta casa.. tuttavia, è anche congiunto a Nettuno, trigono a Saturno e Urano e quadrato a Giove in seconda casa. La sua Luna è in Vergine in Va casa, sestile a Venere in Scorpione in sesta. Diciamo che ci sono due componenti: una fortemente Terra, pratica, realista, coriacea ed anche poco avvezza ai fronzoli ma in grado di agire e di dare soluzioni efficaci; non possiamo però dimenticare la componente Nettuniana che può aiutarlo a trovare strategie particolari, che lo mettano in contatto con il “sogno di una società perfetta”, senza troppe irregolarità. La combinazione Vergine Nettuno spesso può arrivare a certi fanatismi sul piano della “perfezione” e della giustizia e dell’ordine e lui potrebbe coniugarli benissimo in ciò che sta portando avanti.
Il suo tema è quasi tutto sotto l’orizzonte ad eccezione di Marte che si trova in Ariete in XIIa casa in opposizione a Mercurio in sesta in Bilancia (forse rappresentativo del suo grande problema di salute che però non ha intaccato la sua verve e la sua voglia di combattere).
In ogni caso di tratta pur sempre di un Marte in Ariete da non sottovalutare in quanto, se trova una causa per cui combattere, può andare fino alla morte. Marte è poi sostenuto da Giove in seconda e quindi vuol dire che lui ha un rapporto molto forte con il tuo territorio e con l’appartenenza a questo territorio. Questo Marte viene spinto ad esercitare la sua affermazione in modo molto dialettico su temi molto popolari; in effetti Bossi usa una dialettica molto efficace e spesso anche molto colorita.. e senza troppi peli sulla lingua.
I suoi valori di casa sesta lo rendono però particolarmente sensibile a tutto ciò che riguarda l’ordine pubblico e le regole.. che, a suo avviso, devono essere rispettate sempre e comunque da tutti, italiani e non. Molta della “presa” sul pubblico è proprio legata a questo delicato tema (da casa VIa).

Anche l’ascendente Toro lo lega molto al suo territorio.. ma soprattutto, i tanti pianeti in Terra, la congiunzione di Saturno e Urano in prima casa (Saturno ancora in Toro e Urano già in Gemelli signori entrambi della Xa casa in Capricorno) fanno si’ che Bossi sia molto abile nell’ interpretare la realtà.. e soprattutto nel percepire la valutazione che i cittadini hanno della realtà e nel trovare soluzioni che possano dare risposte ai tanti problemi.

Ora, è indubbio che la situazione di difficoltà (sia economica che di ordine pubblico) sia più sentita al nord; da tempo infatti, chi vive quassù si sente molto frustrato in quanto, oltre ad essere ignorato e sfruttato, si trova pure con un crescente e preciso problema di sicurezza che rende il disagio enorme. Bossi ha sicuramente saputo dare quel tipo di risposta che il Nord si aspettava: da tempo nelle città del nord la Lega ha organizzato le “ronde” a protezione dei negozianti soggetti più di altri alla microcriminalità; tuttavia, le elezioni appena svolte, ci dicono che non è solo il nord.. perché la crescita della Lega si estende al centro ed anche al sud.. e questo deve far pensare ….

Bossi in questo periodo ha Giove esattamente sul M.C. che ha sicuramente contribuito alla sua immagine pubblica ma anche a dare alla sua campagna elettorale un clima di vigore andando ad incontrare le aspettative inascoltate di moltissime persone. A questo si aggiunge il transito di Saturno che, proprio quando c’è stata la caduta di Prodi, era in congiunzione spaccata alla sua Luna in quinta casa, in trigono all’ascendente e in sestile alla Venere in Scorpione in VIIa.
Nettuno è in perfetto trigono con Giove in seconda casa, con Mercurio in sesta e in sestile a Marte in dodicesima, questo ci fa pensare che lui stia anche cavalcando qualcosa che ha a che fare con un suo “preciso ideale”.
Urano si appresta ad andare a fare opposizione al suo Sole ma sarà un aspetto che si perfezionerà nel 2009 nel momento in cui Saturno sarà sul suo Sole in trigono a Saturno ed Urano natali.

Resta una cosa importante: nessuno potrà pensare di non fare i conti con Umberto Bossi e con il suo movimento e, forse, i partiti tradizionali ancora una volta dovrebbero fare un esame di coscienza e cercare di capire cosa hanno portato avanti negli ultimi anni e quante occasioni si sono lasciate sfuggire per essere vicini ai problemi reali del paese anziché perdersi in migliaia di mega risse legate al potere e alle poltrone.

Forse è proprio a questo che gli italiani hanno detto “no”.
Bossi potrà piacere o non piacere ma è indubbio che milioni di Italiani lo hanno votato per cui interpreta un desiderio di cambiamento preciso.




 
08/04/2008
IL DIFFICILE CAMMINO DELLA “FIACCOLA OLIMPICA”


Indubbiamente i problemi che si stanno verificando in questo periodo tra la Cina e il Tibet hanno una grande eco nel mondo occidentale. Se inizialmente sembrava esserci scarsa partecipazione ad una situazione che accade in un luogo così lontano da noi, oggi invece, possiamo dire con una certa soddisfazione che la gente segue comunque ciò che accade nel mondo e partecipa attivamente anche quando non lo fanno i politici, almeno non con la dovuta energia e determinazione.

In effetti uno dei problemi è che il braccio di ferro tra la Cina e il Tibet avviene proprio in concomitanza con un avvenimento che, per storia e per simbolismo, ha a che fare un clima ludico che deriva dalla capacità di dialogare e di riconoscere l’altro, anche quando si mostra in qualità di avversario.
La Cina, manco a dirlo, ha dato vita ad un clima di maggior repressione sul Tibet proprio in virtu’ delle Olimpiadi, dichiarando che non avrebbe permesso che la fiaccola Olimpica passasse per il Lhasa.
Lo sport dovrebbe (dico dovrebbe perché spesso è oggetto di manipolazione politica e di corruzione del denaro) rappresentare momenti di autentica unione tra persone e gli stati: un tempo, Olimpia era il luogo in cui gli atleti si misuravano sull’onda di uno spirito veramente amichevole in un’atmosfera di giocosità e di divertimento.
Le Olimpiadi nacquero intorno al 1700 a.c. per volontà di Pelope che, sacrificato dal padre, venne invece salvato da Zeus che, mosso da compassione, gli ridiede la vita; il giovane, volle allora festeggiare questo fantastico avvenimento con giochi e competizioni a cui tutti gli stati potevano partecipare. Da allora i giochi si ripeterono occasionalmente fino a quando, circa mille anni dopo, vennero riscoperti dal re Ifito che li ripristinò stabilendo che dovessero essere fatti ogni quattro anni.
Le Olimpiadi per i greci erano occasione di dimostrazione di come spirito e corpo potevano innalzare il valore dell’uomo.
I Giochi erano così importanti per i Greci che, nell’anno delle Olimpiadi, non si poteva dichiarare guerra e, quelle che erano in corso, dovevano essere sospese!
Oggi siamo molto più moderni ma non siamo mai arrivati a mettere in atto qualcosa di simile tant’è che, dal 1950 in poi, si sono sempre fatti i giochi con guerre in corso, magari completamente dimenticate.

La fiaccola Olimpica dunque dovrebbe simboleggiare “pace e serenità”: non a caso, anche nel recente passato le Olimpiadi non si sono fatte durante le fasi di guerra: mancano infatti all’appello le Olimpiadi del 1916 (prima guerra mondiale) e quelle del 1940 e 1944 (seconda guerra mondiale) proprio a simboleggiare che non c’erano le condizioni giuste per lo svolgimento dei giochi.
Oggi però è proprio il paese ospitante ad essere in guerra con il Tibet ragion per cui – secondo i rituali greci - non si trova nella condizione adatta a garantire il giusto svolgimento dei giochi, almeno sul piano etico e morale. In questo caso due sono le scelte che possono essere attuate:
- sospendere i giochi;
- sospendere la guerra con il Tibet e le altre guerre in corso.

Le proteste di questi giorni e il fermo, nonché lo spegnimento della Fiaccola – cosa che non è di buon auspicio per i giochi – hanno lo scopo di farci ragionare sul significato delle Olimpiadi e su come viene disatteso dai comportamenti arroganti del paese ospitante.

La presenza di Urano in Pesci e di Nettuno in Acquario stanno ad indicare che è giunta l’ora in cui finalmente il rispetto delle idee politiche e religiose e dei diritti umani diventino un valore per tutti e per tutti i popoli. Plutone in Capricorno da mesi opposto a Marte in Cancro ha messo in luce la grande arroganza del potere nei confronti di quei diritti (sanciti dalla Bilancia) che, oggi più che mai dovrebbero essere riconosciuti.

Speriamo che la voce delle persone che protestano al passare della Fiaccola possa avere importanza sulle coscienze di chi, ancora oggi, abusa del suo potere e della sua economia.




 
26/03/2008
RAVE PARTY CON "DELITTO"
cari amici,
mi sono chiesta tante volte se i rave party siano effettivamente dei ritrovi tra persone, oppure dei luoghi dove ognuno possa fare ciò che vuole ma soprattutto trasgredire come vuole in “totale solitudine e alienazione”
E non intendo solitudine come assenza di persone, ma solitudine in assenza di collegamento e di contatto pur in presenza di una moltitudine di persone.
Alcuni anni fa ho avuto modo di vedere cosa succede ad un “rave party” in quanto ne organizzarono uno a 300 metri da casa mia, sulla spiaggetta di un torrentello che scorre vicinissimo al paese dove abito.
Al di là dell’inevitabile disagio per aver vissuto per 5 giorni e 5 notti con la compagnia della musica techno schiantata a pala nell'orecchio in piena estate, il che vuol dire – considerando le finestre aperte - vivere dentro ad una discoteca per tutto quel tempo, mi ero però detta che dovevo cercare di capire qualcosa di questa generazione di giovani che girano l’Europa tra un rave e l’altro, un po' straniti, con i loro camper vecchissimi, vestiti in modo assolutamente riconoscibile dagli altri, alcuni con i capelli molto elaborati e molti cani pittbull al seguito che, tuttavia – come ogni generazione - devono avere in serbo qualcosa da offrire al futuro e al mondo.
Questa curiosità mi portò ad andare ad osservare il loro “party” guardandolo ovviamente dall’altra parte del torrente, in quanto non era possibile entrare.
Ciò che mi ha impressionato è stato il senso di solitudine, molto diverso da chi, come me, ormai quasi sessantenne, aveva partecipato ai grandi raduni hippy degli anni sessanta che, pur nella trasgressione, si svolgevano in un contesto di grande partecipazione e di grande interazione tra tutti.
Certo, allora non girava assolutamente tutto quell’alcool e quella droga.. personalmente non ho mai fatto uso di stupefacenti e sono anche astemia.. e, al limite, giravano degli spinelli, ma ciò che era fantastico dell’epoca era lo stare magari anche 3 o 4 giorni a parlare, a scambiare esperienze, a discutere di musica, di politica, di arte e a filosofeggiare sul futuro: già, in quei giovani c’era il futuro, c’era l’idea di un mondo da cambiare, cosa che mi sembra invece difficile vedere nei partecipanti ai rave odierni dove più che altro c’è rassegnazione e delusione e perchè no? distruzione.
In questi ragazzi sembra non esserci traccia niente di tutto ciò.. ho visto i giovani bere fino allo svenimento, sballare obnubilandosi e ballare in modo assolutamente solitario fino a crollare per terra, senza che nessuno si avvicinasse in quanto ognuno intento al proprio girare attorno a sé stesso, perso nel nulla.

Per quanto se ne poteva sapere.. i giovani che caracollavano per terra potevano dormire, essere in coma o essere morti.. e non c’era nessuno che si interessasse per vedere se stavano bene.. e perché.? Perché tutti stavano in una condizione prossima al coma - se non altro psicologico - ed ognuno stava in una sorta di isolamento sensoriale, dedito esclusivamente a ballare e a bere, ed altro.. che, ovviamente potevo immaginare anche se non potevo vedere direttamente.

Ora mi sorge spontanea una domanda proprio in riferimento al ragazzo di 19 anni di Castellanza morto durante il rave di Segrate in condizione di solitudine e di desolazione perche' forse si sono accorti di lui dopo qualche ora e solo allora hanno chiamato un’ambulanza; si tratta di un ragazzo come tanti, un giovane studente arrivato per passare tre giorni in assoluta libertà: ma libertà da che? Dalla vita? Dal futuro? Dal mondo?
E ancora mi chiedo come è possibile, in un paese dove si fa finta di colpire i trafficanti di droga.. e dove ancor di più si fa finta di combattere la straordinaria abitudine di bere alcolici dei giovanissimi, ignorare che si sta organizzando un rave in un luogo a dir poco sinistro, in quanto, da ciò che si è visto in televisione, si tratta di una vera e propria “discarica” in cui i rifiuti abbondano da ogni parte e in cui è più probabile incorrere nello schifo che nel divertimento, e tutto ciò senza muovere un dito sapendo che li’ ci sarà spaccio di tutte le droghe possibili ed immaginabili ed un consumo straordinario di alcool.

Quanto è casuale la morte di Mattia? Quanto è triste la vita di questi ragazzi che arrivano per trascorrere in perfetta solitudine due o tre giorni di pericolosissimo sballo che termina ormai quasi sempre con una morte.. e quanta complicità c’è da parte della società.. e di chi dovrebbe essere preposto non solo ad educare, ma anche ad impedire l’illegalità e il morire inutilmente?

Anche in questo spero che il Plutone in Capricorno possa aiutarci a rimettere mano alle reali motivazioni della vita.. che forse sono state perse di vista da molti di noi al punto da non dare speranza ai giovani che, di conseguenza, vengono lasciati soli con il loro nichilismo e i loro sogni neppure abbozzati e già terminati nel delirio di poter spazzare via l'angoscia con lo sballo.





 
18/03/2008
MA LA CINA È VERAMENTE VICINA?


Questi sono giorni tristissimi per l’umanità perchè, ancora una volta, si è costretta ad assistere a scene in cui militari o poliziotti prendono a manganellate persone inermi come i monaci tibetani o la popolazione di Lhasa che cercano solamente di vivere in pace nel loro territorio - dal 1950 conquista cinese - e di difendere un sacrosanto diritto, quello di di coltivare ed esprimere la propria cultura e la propria filosofia di vita.

Da mesi ormai stiamo assistendo a questi fatti: prima in Birmania ed ora in Tibet e ciò che indigna profondamente è vedere la difficoltà da parte del mondo così detto “civile” a prendere posizioni chiare, certe ed inequivocabili. Ci troviamo, come sempre, a doverci rendere conto che le vite delle persone hanno pesi e misure diverse e questo a partire dalle istituzioni internazionali che dovrebbero invece garantire che i diritti umani siano rispettati ovunque, senza distinzione di pelle e di cultura e, soprattutto, senza distinzione di sorta nel condannare chi infligge torture e sofferenze.

Ancora una volta però vediamo che i muscoli internazionali e nazionali vengono sfoderati solamente quando si tratta di piccoli paesi insignificanti sul piano mondiale mentre, quando si tratta della Cina, colosso economico fondamentale per tutto l’occidente, rimangono invece ben coperti perchè si preferisce essere diplimatici e non urtare la sua suscettibilità in quanto, una sua irritazione, provocherebbe problemi sul piano degli affari e dell’economia.

Dunque, la logica mondiale non cambia ed anche se siamo nel terzo millennio e se siamo entrati nell’Era dell’Acquario dove la libertà e la diversità dovrebbero essere bandiere comuni e riferimenti per tutta l'umanità, siamo invece costretti a prendere atto che siamo rimasti all’era dell’Ariete dove prevalgono le leggi della forza, della conquista e della vessazione e dove gli Eroi che si muovono per gli ideali sono morti, lasciando il posto a squallidi mercenari pronti a vendere qualsiasi cosa per il denaro.

Mi domando allora: “ma la Cina è veramente vicina?”; purtroppo però devo pensare che la risposta sia affermativa in quanto la Cina non fa che riflettere i nostri stessi istinti, quelli che solo apparentemente crediamo di aver domato ma che, invece, abbiamo rimosso e che di tanto in tanto si affacciano e diventano ben visibili allorchè non riusciamo ad agire nè a fare nulla ed assistiamo inermi – ma non innocenti – a quello che accade in questi giorni nel mondo.
Concordo con le parole del Dalai Lama: “stiamo assistendo ad un genocidio culturale”; il punto è che, per questioni commerciali ed economiche, siamo complici e responsabili in quanto ben consapevoli di ciò che accade. Questo è veramente triste!

 
 
1 l 2 l 3 l 4 l 5 l 6 l 7 l 8 l 9 l 10 l 11 l 12 l 13 l 14 l 15 l 16 l 17
 
Per informazioni e prenotazioni:
Scrivi a info@eridanoschool.it
Telefona al numero 338/5217099 - P.IVA: 10220350010
 
Un buon libro da leggere
Un'allieva di ERIDANOSCHOOL ha scritto un libro di racconti astrologici.
Siamo felici di segnalarlo ai visitatori del nostro sito:

titolo: NULLA AL CASO : racconti astrologici

autrice: MARIA ELISABETTA LUCIANI

Per acquistarlo:
https://www.edizionilagru.com/catarsi/174--nulla-al-caso-9788899291457.html


SETTIMANA DI PRATICA PROFESSIONALE E INTERPRETAZIO
ERIDANOSCHOOL organizza per gli allievi una settimana di PRATICA PROFESSIONALE INTERPRETATIVA e TIROCINIO dal 23 al 28 di luglio (con ritrovo il 22) a MONTECATINI VAL DI CECINA - presso la FATTORIA BELVEDERE.>>>>>>>

OROSCOPO DEL MESE DI MAGGIO
carissimi amici, è stato inserito l'oroscopo di maggio. buona lettura a tutti.

CONFERENZA DI LIDIA FASSIO A MESTRE
Il giorno 9 marzo alle ore 20,30 presso l'hotel SIRIO di Via a Mestre, Lidia Fassio terrà una conferenza dal titolo: "I rapporti Marte, Nettuno, Luna". La conferenza è organizzata dal gruppo CIDA di Venezia.

Oroscopo del mese di marzo
E' stato inserito l'oroscopo del mese di marzo 2018. Buona lettura a tutti.

VICENZA - 23 MARZO 2018 - ore 17
Il 23 marzo alle ore 17 presso la biblioteca del Liceo Classico A. PIGAFETTA - Contrà Cordenons, 1 - per il ciclo "GIRO GIRO TONDO INTORNO ALL'ASTROLOGIA" si terrà una conferenza dal titolo "LA CONQUISTA DEL GRAAL PERSONALE. UN PERCORSO CIFRATO ISCRITTO NEL NOSTRO NOME".

Relatrice MARINA BUA - docente ERIDANOSCHOOL


TORINO - DAL 15 FEBBRAIO -
ASTRONOMIA E TECNICA PER ASTROLOGI

corso quindicinale -dal 15 di febbraio - dalle ore 20,00 alle ore 22. A ROBASSOMERO.

docente: Marina Bua per informazioni 338 5217099 - direzione@eridanoschool.it


OROSCOPO DI FEBBRAIO
E' stato inserito l'oroscopo di febbraio nella sezione "oroscopo del mese" - Buona lettura

OROSCOPO DELL'ANNO
cari amici, dopo aver inserito le anticipazioni per il 2018, oggi abbiamo inserito l'oroscopo dell'anno redatto da Lidia Fassio. Buona lettura e buon anno a tutti.

iNSERITO OROSCOPO DEL MESE
Oggi è stato inserito l'oroscopo del mese di gennaio 2018. buon anno a tutti che il 2018 porti serenità e pace e, ad ognuno, la realizzazione dei progetti in sviluppo.